Attualità Sezze slider — 20 Novembre 2020
A 407 anni dalla nascita di San Carlo, il ricordo

Lo scorso 23 ottobre 2020, nel rispetto delle misure anti Covid, si sono tenute a Sezze, presso la Concattedrale di Santa Maria, le celebrazioni per il 407° anniversario della nascita di San Carlo da Sezze, religioso dell’Ordine dei Frati Minori Riformati, dichiarato Santo da Papa Giovanni XXIII nel 1959.

Al secolo Giancarlo Marchionne, San Carlo nacque a Sezze il 22 ottobre 1613.

Figlio di Ruggero Marchionne e Antonia Maccione, dopo le scuole elementari fu prima pastore e poi contadino.  A diciassette anni fece voto di castità in onore della Vergine e, poco dopo, entrò nell’Ordine dei Frati Minori come Fra Carlo, nonostante il parere contrario dei genitori e dei parenti che lo avrebbero voluto sacerdote.

Nell’ottobre 1648, ascoltando la messa nella chiesa di San Giuseppe a Capo le Case a Roma, durante l’adorazione dell’Eucaristiafu ferito al petto da un “raggio” proveniente dall’ostia consacrata.

Dio diede a Carlo doni straordinaritra i quali quelli del consiglio e della scienza infusa.

Benché a scuola avesseimparato solo a leggere e a scrivere, fu autore di numerosi scritti che spaziavano dall’autobiografia alla teologia mistica,divenendo consigliere di prelati e membri dell’aristocrazia romana.

Morì il 6 gennaio 1670 nella chiesa romana di San Francesco a Ripa dove sono tutt’ora conservate le sue spoglie.

Dopo la morte,sul suo petto comparve una singolare stigmate a forma di crocericonosciuta, daun’apposita commissione medica,di origine soprannaturale.

Oltre alla nascita di San Carlo, nel corso dell’evento del 23 ottobre, si è celebratoil 25° anniversario della fondazione del Centro Studi San Carlo da Sezze e il 60° anniversario della fondazione della Corale San Carlo da Sezze.

La Santa messa, celebrata dal parroco Padre Damiano Grecu,è stata accompagnata dalla Corale San Carlo da Sezze diretta dal Maestro Andrea Gianollae dalla pianista Alessia Gianolla.

A seguire si è tenuta la conferenza dal titolo “Frate Francesco: l’uomo di Dio. Il fascino della testimonianza di un vero credente” inserita in un più ampio progetto, voluto dal Centro Studi San Carlo da Sezze,sulla fraternità e l’amicizia sociale dedicato al tema “Alle radici della spiritualità di Carlo da Sezze: Francesco d’Assisi e la sua eredità”.

Relatrice della conferenzaè stata la professoressa suor Chiara Codazzi della Congregazione delle Suore Francescane Angeline, docente presso la Pontificia Università “Antonianum” di Roma.

Nel corso delle celebrazioni, è stata presentata l’opera di Vinicio Costantini “Le mani di fra Carlo” donata al Centro Studi San Carlo da Sezze.

 

(Visited 1 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Avatar
Daniela De Angelis