Attualità Latina — 28 marzo 2018
A Latina si mangia il fungo dell’immortalità

C’è un posto a Latina dov’è possibile immergersi completamente nel benessere alimentare, mangiare con gusto e secondo natura, facendo del bene al nostro organismo. La pizzeria di cui parliamo fa capo a Massimo Sacco, ristoratore illuminato che da sempre ha fatto del bio e della salute il lume del suo servizio al cliente; tutto ciò che si mangia, a partire dai fritti non fritti, alla pizza con impasti speciali, lunghissima lievitazione, condimenti di origine controllata, ai dolci realizzati senza grassi idrogenati e senza lieviti chimici e con ingredienti di primissima qualità, al caffè e alle birre, ce n’è una alla spirulina, l’alga superfood utilizzata dagli astronauti nelle loro missioni spaziali…insomma cenare da Massimo diventa un’esperienza salutare e a dir poco unica. Ultima idea portata in tavola (che però segue una stagionalità) è la pizza con impasto di farina di farro e Ganoderma Lucidum detto anche fungo dell’immortalità. Scopriamo proprio dalle parole di Massimo -esperto di Food Wellness Trend e vicepresidente di FIMAR, Federazione Italiana Manager della Ristorazione- qualcosa in più su questo fungo dalle proprietà miracolose.
«Si tratta di un fungo coriaceo molto ricco di tannini, coltivato in Cina e in Giappone. Il Ganoderma Lucidum, detto anche Reishi, contiene al suo interno oltre 200 principi attivi. Amo sperimentare e ormai da qualche anno utilizzo questo fungo in diverse preparazioni, nel caffè ad esempio, nel formaggio e anche miscelato a una birra artigianale. Il Reishi unito al caffè ha due modi di operare, abbassa in maniera drastica e naturale la caffeina e quel che ne rimane è metabolizzabile dal corpo umano e, secondo, agisce sul ph. Il caffè è una delle bevande più acidificanti esistenti in commercio, il Ganoderma lo rende alcalino! Un corpo alcalino è un corpo sano perché aiuta a prevenire le malattie [fonte Instituto de Bioenergia Humana di Barcellona]». Inoltre questo fungo -particolarmente costoso- è antinfiammatorio, contrasta il diabete, riduce il colesterolo cattivo, contribuisce allo sviluppo della massa muscolare, al mantenimento della salute delle ossa e allo sviluppo delle ossa nei bambini, normalizza la pressione del sangue, regolarizza l’intestino, contrasta le reazioni allergiche, attiva il metabolismo, calma il sistema nervoso e porta benefici al cuore. Il Reishi ha una struttura legnosa, cresce su querce e castagni ormai morti e il sapore in tal modo risulta abbastanza pungente, non semplice da usare in cucina. Le sue qualità nutrizionali, indubbie, includono 15 volte il magnesio contenuto nei broccoli, 3 volte il ferro degli spinaci, 3 volte gli antiossidanti dei mirtilli, 7 volte la vitamina C delle arance, 6 volte il calcio del latte, 8 volte gli Omega3 del salmone, più proteine vegetali dei legumi! Che dire, non possiamo che concludere con un buon appetito e un “chi mangia bene vive bene”!

(Visited 55 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Memi Marzano