Attualità Cultura Sermoneta — 22 luglio 2015
“Adotta un Artista” anima il borgo di Sermoneta

DSC_0483

Nel mese di Luglio Sermoneta “Adotta un artista”, la città lepina, infatti, avrà il privilegio di ospitare una interessante rassegna artistica volta alla promozione, conoscenza e divulgazione dell’arte contemporanea.

L’evento, ideato e promosso da Lina Boffa, artista contemporanea e presidente dell’associazione culturale “Accademia. Libera l’arte”, è il frutto di un progetto itinerante avviato a livello nazionale e giunto alla sua seconda edizione, dopo il grande successo ottenuto a Termoli, nel molisano.

La novità dell’idea alla base del progetto sta nel voler mettere in luce il mondo dell’arte contemporanea attraverso il coinvolgimento di tutte le figure che in esso gravitano, impiegate insieme, in maniera sinergica, per dare vita a spazi ed esperienze in cui la creatività, l’espressività e l’arte possano essere veri protagonisti. Non solo gli artisti, dunque, ma anche critici, storici e amatori d’arte saranno coinvolti direttamente “adottando” uno o più artisti tra gli autori delle opere presentate, cercando di coglierne presentarne e valorizzarne, anche attraverso particolari performance appositamente ideate, il percorso artistico.

La rassegna, allestita presso il prestigioso Palazzo Caetani, nel borgo medievale di Sermoneta, è stata inaugurata sabato 4 luglio e resterà in mostra fino a domenica 19 . Sono diciassette gli artisti che avranno l’opportunità di raccontarsi e farsi conoscere attraverso le proprie opere e la propria creatività: Marcella Campagnaro, Maria Cassatas, Alida Ferrettini, Claudia Ghironi, Elisabetta Giraldi, Marco Mattozzi, Stefania Nicolini, Maurizio Orsolini, Stefano Ortolani, Silvano Palazzo, Carmelo Randazzo, Paola Rasile, Adalgisa Santucci, Renato Sciamannini, Mauro Severoni, Vito Torcolese, Silvano Vetica. Diverse anche le espressioni artistiche scelte e presentate da ognuno degli artisti partecipanti per dare forma e vita alla propria interiorità e al proprio mondo: pittura, scultura, performance, incisione, fotografia,installazioni. La serata di domenica 12 luglio sarà dedicata ai Curatori: Monica Ferrarini, Laura Lioce, Laura Panetti, chiamati a presentare un proprio percorso espositivo sulla rassegna, frutto della propria personale esperienza. L’ulitma serata, domenica 19, sarà dedicata agli artisti che racconteranno di sé realizzando performance estemporanee o opere in loco.

Un’idea e un’iniziativa per dare più voce all’arte contemporanea, liberandola da ogni forma di rigido accademismo e permettendole di farsi spazio anche all’interno della comunità locale e nel quotidiano, in un ambito informale e non istituzionale.

Un’occasione nuova di confronto e comunicazione tra gli artisti, critici e pubblico.

Un’iniziativa pensata e voluta da Lina Boffa per affermare e diffondere l’idea per cui l’arte contemporanea non è un mondo di “stranezze” riservato e abitato da pochi e spesso incompresi “strani”, ma è espressione del mondo in cui viviamo, l’effetto di ciò che in questo mondo proviamo.

“L’arte contemporanea è un complesso specifico di regole che per mezzo di forme, colori,sentimenti,perplessità,parole, suoni racconta e crea prodotti sugli eventi della vita” e in quanto tale essa appartiene ed è rivolta a tutti.

La mostra sarà aperta al pubblico venerdi, sabato e domenica Mattino:10.00/13.00; Pomeriggio:16.00/20.00

(Visited 165 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Beatrice Cappelletti
Beatrice Cappelletti