Aprilia Attualità — 07 maggio 2014
Aprilia, arriva il Marchio turistico e gastronomico

Iniziativa dell’amministrazione comunale per favorire il rilancio turistico ed economico della città. Marchitti: «Giovani protagonisti»

Un marchio rappresentativo come emblema identitario in grado di aprire la città al turismo rurale e storico

8F4+p9+8tL29KleQz2vX+1RQ=--

Gli abitanti di Aprilia sono attualmente impegnati in un nuovo e ambizioso progetto di rinnovo della propria immagine, la creazione del Marchio Turistico della città. Difatti la Regione Lazio ha stanziato diecimila euro per l’operazione di rilancio turistico del luogo; l’intervento progettuale si è svolto nei primi mesi del 2014, attraverso l’indizione di un bando di concorso per gli studenti. Bando indetto dall’assessorato al Turismo e alle attività Produttive cittadine. Il concorso è stato chiamato “Aprilia è… racconta la tua Città con un immagine, un disegno o una frase”. L’amministrazione cittadina ha così commentato: “L’assessore alle Attività Produttive Vittorio Marchitti ha espresso soddisfazione per l’avvio di un progetto di sviluppo importante per la Città di Aprilia, volto a valorizzarne le eccellenze produttive e a sviluppare attraverso di esse nuovi potenziali sbocchi occupazionali”. Questa iniziativa ha coinvolto l’intera comunità, e vi si sono iscritti più di mille studenti, che hanno presentato i propri progetti all’attenzione degli enti cittadini, ed anche la comunità è stata coinvolta, attraverso la possibilità di poter votare le idee ritenute migliori con un sondaggio on-line. Tale occasione ha permesso ad ogni abitante di poter esprimere la propria opinione; gli elaborati erano visibili sul sito web istituzionale www.comunediaprilia.gov.it, e potevano essere votati fino alle ore 12 del 29 marzo. La Commissione tecnica ha valutato attentamente tutti i progetti pervenuti, in modo da poter effettuare una prima selezione, per stabilire quali idee fossero da premiare e quali sarebbero state pubblicate per la votazione dei cittadini sul sito poc’anzi citato. I cittadini hanno potuto a loro volta valutare e scegliere il progetto che ritenessero più in linea con l’ideale di rilancio cittadino, creando una rosa di preferenze. La commissione di valutazione è stata composta da: il direttore responsabile di Radio Studio 93 Mario de Vita, dal Maestro Dino Massarenti, dalla fumettista e architetto Francesca Deodati, dal patron di Casale del Giglio Antonio Santarelli, dallo chef Marco Davi, dall’imprenditore Marco Braccini e dalla professionista Alessandra Scaraggi. Questo team di esperti ha esaminato gli elaborati sotto ogni punto di vista, tecnico ed artistico, con un ottimo giudizio generale per l’ampio impegno profuso dagli studenti nei propri lavori. La scelta non è stata facile, tenendo conto della fantasia e della validità di ogni progetto. Ecco il commento rilasciato dall’assessore Marchitti: “Alla nostra attenzione sono arrivati disegni, frasi e immagini che danno l’idea di come i più piccoli vedono e vorrebbero vedere la Città in cui stanno crescendo. I più giovani dimostrano di credere nel futuro del loro territorio, rivelando di amarlo forse più di quanto lo amiamo noi adulti. Il nostro compito di amministratori, ma anche di genitori, alla luce dello spirito che si evince dai loro lavori, deve vederci ancora più responsabili e decisi per essere all’altezza delle loro aspettative.” La premiazione dei vincitori si è tenuta nel corso della cerimonia svoltasi nell’Aula Consiliare domenica 30 marzo durante il convegno “Verso il Marchio Città di Aprilia… I Sapori”, nel quale pubblica amministrazione, imprenditori, liberi professionisti, esperti, associazioni culturali e di categoria sono intervenuti per esaminare il rilancio della città attraverso l’immagine di questo nuovo brand turistico innovativo “Città di Aprilia”. Il marchio fregerà la città anche della qualifica enogastronomica “Città di Aprilia – I Sapori”, come sistema per valorizzare il territorio della città come centro abitato virtuoso per le produzioni locali, per la conservazione dei sapori tradizionali e genuini. Un marchio rappresentativo come emblema identitario in grado di aprire la città al turismo di genere rurale e storico, foriero di nuove opportunità, che aiuti a poter meglio fruire le ricchezze storico-artistico-enogastonomiche che il territorio ha da offrire, in accordo alla propria posizione strategica, come punto di partenza, di passaggio, o come punto di arrivo tra i molti luoghi di turismo e di cultura del Lazio.

(Visited 49 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Cristina Villanova
Cristina Villanova