Speciali — 06 dicembre 2017
Beneficenza per il Messico, Marco Lo Russo in prima linea

La musica è un linguaggio universale che unisce i popoli e ti rende fratello del mondo intero, con essa sentire i dolori dei fratelli meno fortunati diventa naturale e altrettanto naturale rendersi utili e prodigarsi per aiutarli. Questo sta facendo per il Messico Marco Lo Russo, il fisarmonicista, compositore e produttore di Sermoneta.

Lo scorso giugno il Marco Lo Russo Music Center ha ospitato, in collaborazione con l’Associazione ARS di Fondi, Latina, il duo messicano La Boquita con Silvia Basurto Castellanos e Paolo Uccelli per un concerto di world music e flamenco, a Fondi (Lt), in cui sono stati raccolti fondi economici a favore della OEPV, Orquestra Escuela De Puerto Vallarta in Messico, una scuola che accoglie e forma ragazzi in difficoltà economiche e sociali. Silvia e Paolo hanno avuto modo di consegnare personalmente la cifra raccolta in questa occasione e il responsabile della Escuela ha inviato i suoi video ringraziamenti personali agli amici italiani.

«La musica fa bene e può far del beneCon l’occasione del prossimo Made in Italy tour concert e in considerazione del successo della prima raccolta fondi abbiamo ritenuto fondamentale -ha dichiarato Marco Lo Russo, presidente del Marco Lo Russo Music Center- continuare quest’impegno così da poter concretamente aiutare dei giovani a rifugiarsi tra le braccia della musica, un’arte magica che eleva chi l’ama».

Già nel 2013 Marco Lo Russo ha tenuto Masterclass ai ragazzi della scuola, a titolo gratuito, e il prossimo mese, a dicembre, e per tutto gennaio, Marco e il suo collaboratore, pianista e arrangiatore siciliano Giulio Vinci saranno di nuovo in Messico per un tour di concerti con il progetto musicale Made in Italy con Silvia e Paolo; in quella occasione terranno, sempre gratuitamente,una Masterclass ai ragazzi della Scuola di Puerto Vallarta e consegneranno personalmente la somma raccolta grazie alla beneficenza di chi vorrà partecipare. La raccolta fondi ha avuto anche l’avallo di un importante portale di crowfunding, www.eppela.com, che ha ritenuto valido il progetto avviando la raccolta anche sul web.

(Visited 6 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Memi Marzano