Politica Sezze — 25 giugno 2016
Calcio Sezze, il sogno Eccellenza si ferma ad Ardea

3-Adriano Papa

Calcio Sezze, il sogno Eccellenza si ferma ad Ardea

Niente Eccellenza per questa stagione per il Calcio Sezze. I rossoblu, però, chiudono l’anno con un ottimo risultato, il raggiungimento del terzo posto del girone D e un primo turno di playoff giocato a testa altissima ad Ardea, sul campo del Racing Club, compagine giunta seconda nel raggruppamento C, che passa al termine dei supplementari con l’1-1, risultato che premia la squadra meglio classificata tra le due. Ad Ardea i rossoblu gettano in campo il cuore oltre l’ostacolo, riuscendo a portare la gara ai supplementari dopo aver ripetutamente sfiorato la rete anche in inferiorità numerica. Il sogno del Calcio Sezze sembra concretizzarsi al 1’ dell’overtime, quando Costanzi beffa Cojocaru direttamente da calcio d’angolo. L’unica distrazione in 120’, però, porta al pareggio di Artistico e Sezze lotta fino a quando il rosso a Costanzi non la costringe ad ammainare bandiera bianca. Lacrime in campo e sugli spalti pieni zeppi di tifosi rossoblu arrivati in pullman, ma la consapevolezza, forte, è che l’obiettivo di migliorarsi rispetto al sesto posto della passata stagione è stato rispettato e nella gara ad handicap del primo turno dei playoff si è fatto tutto il possibile per uscirne vincitori. Soddisfazione per la stagione trascorsa è stata espressa anche dal presidente del club, Marco Gaeta, che ha spiegato: “Non abbiamo mai mollato di un centimetro, non siamo mai stati dominati, non ci siamo mai lasciati andare a facili e magari giustificati isterismi. Ci siamo comportati da squadra vera, tutti. Sulla gara contro il Racing Club non abbiamo nulla da recriminare, dobbiamo essere orgogliosi di quanto fatto”. Il presidente ha poi rilanciato in vista della prossima stagione, che dopo due anni di rodaggio, con ottimi risultati raggiunti comunque, ci si attende come l’anno giusto: “La strada è ancora lunga e difficoltosa però domenica abbiamo posto un importante tassello. A nome mio e di tutta la società, un grazie di cuore a tutte le persone che hanno reso magica questa giornata, ai giocatori, allo staff tecnico ed organizzativo, a tutti coloro che sono venuti a sostenerci ed anche a chi da casa, essendo impossibilitato a partecipare, ha chiesto continuamente aggiornamenti. E’ vero, il calcio è solo un gioco, ma per chi lo vive con passione, sa regalarti momenti indimenticabili”.

(Visited 41 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

redazione