Attualità Sezze — 31 Gennaio 2019
Comune in ritardo, persi i fondi per i nidi

La domanda presentata dopo 35 giorni dalla scadenza del bando. Fuori per ritardo anche Aprilia.

Il Comune di Sezze, come altri 7 enti locali in tutto il Lazio, perde decine di migliaia di euro di contributo dalla Regione per la gestione degli asili nido comunali a causa del ritardo nella presentazione della domanda. E’ quanto emerge da un bollettino ufficiale emesso dagli stessi uffici della Pisana, relativo alle richieste di contributo (per un totale di circa 10milioni di euro) riferite all’anno educativo 2017/2018, cui molti Comuni avevano deciso di aderire. Nonostante un errore del sistema telematico della Regione, con la prima scadenza fissata al 30 settembre 2018 (di domenica) e una successiva falla che permetteva di presentarle entro il 2 ottobre e non l’1, la domanda dal Comune di Sezze è arrivata con un clamoroso ritardo, 35 giorni dopo la scadenza del bando, il 7 novembre, mentre nel caso di Aprilia, altro Comune della provincia pontina a perdere il finanziamento, la domanda era arrivata negli uffici romani il 24 ottobre. Da qui la decisione, inoppugnabile, di escludere dal riparto del contributo, per l’anno educativo 2017/2018, i Comuni di Subiaco, Anguillara Sabazia, Trevignano Romano, Genazzano, Monte San Giovanni Campano, Aprilia e, appunto, Sezze, nell’ordine di presentazione in ritardo della domanda. Le altre 85 città destinatarie del finanziamento, vale a dire la totalità di coloro che hanno presentato la domanda nei tempi previsti dal bando regionale, potranno dividersi 10,4 milioni di euro. Tra queste spiccano Pomezia, che avrà oltre 128mila euro, Cori con 40mila, Terracina 229mila euro, Latina 335mila, Frascati 155mila, Fiumicino addirittura mezzo milione di euro. Difficile quantificare quanto sia il contributo che avrebbe potuto prendere Sezze, ma un’analisi dei numeri permette di farsi un’idea, con città come Sabaudia e Gaeta, equiparabili per numero di abitanti a Sezze, che incassano rispettivamente 83mila e 90mila euro. La questione, rimbalzata sui Social, ha messo in grave imbarazzo l’amministrazione comunale, che non è ufficialmente intervenuta sull’argomento. A parziale risarcimento per la brutta figura fatta, l’ente ha spostato l’attenzione su un finanziamento per un progetto presentato alla Provincia nell’ambito dell’attuazione delle misure di riqualificazione contenute nell’asse 1 del piano di azione del piano di riqualificazione ambientale del progetto Rewetland. A darne notizia sono stati il sindaco Sergio Di Raimo e il consigliere Giovanni Bernasconi, che ha seguito con attenzione tutte le fasi del bando quando ricopriva il ruolo di presidente facente funzioni dell’amministrazione provinciale di Latina. Sezze ha ottenuto un finanziamento di 150mila euro sul progetto presentato, mentre ulteriori 50mila potrebbero arrivare per un altro progetto che riguarda il Contratto di Fiume Ufente, considerato ammissibile ma attualmente non finanziabile per limiti d’importo stanziato con il bando.

(Visited 5 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Avatar
Simone Di Giulio