Attualità Sezze slider — 25 Febbraio 2019
Depuratore allo Scalo, ormai ci siamo

Depuratore di Sezze scalo? Questa volta potremmo essere arrivati alla fine della vicenda. E’ questo il principio espresso dal sindaco di Sezze, Sergio Di Raimo, al termine di una riunione operativa che si è tenuta l’ultima settimana di gennaio e che ha visto presenti la ditta esecutrice, il direttore dei lavori, i responsabili della società Acqualatina, il collaudatore e il Comune di Sezze, che hanno ragionato sulle ultime fasi dei lavori sul nuovo depuratore. “La riunione – ha spiegato non nascondendo la propria soddisfazione il primo cittadino di Sezze – è stata decisamente produttiva e si è conclusa con la redazione di un dettagliato cronoprogramma che prevede che il direttore del lavori redigerà lo stato finale dell’opera entro il 28 febbraio, mentre il collaudatore avrà un mese a disposizione per effettuare il collaudo sugli impianti, quindi il 31 marzo”. Tempi certi, finalmente, per un’opera che nel corso degli anni ha subito importanti ritardi dovuti a diversi fattori, a cominciare dalla lentezza con la quale la Regione Lazio erogava il denaro utile a coprire gli stralci del progetto in fase di avanzamento, fino ad arrivare ad alcune falle all’interno della concessione, tra le quali quella che prevedeva che a gestire l’impianto sarebbe stata la stessa ditta esecutrice dei lavori. Ad essere assenti, inoltre, alcune pratiche burocratiche (soprattutto autorizzazioni all’attenzione della stessa amministrazione provinciale di Latina) che avevano ulteriormente ritardato la fine dei lavori. Lo stesso sindaco, in più occasioni, si era rammaricato di non poter dare seguito alle promesse, prima tra tutte quella in campagna elettorale che prevedeva la chiusura dei lavori entro l’estate 2017. A distanza di un anno lo stesso sindaco promise che sarebbe stato inaugurato entro l’estate del 2018, per poi dover nuovamente correggere il tiro. Con questo nuovo cronoprogramma, invece, i tempi sembrano ormai maturi e, dopo l’atto di chiusura dei lavori e, a distanza di un mese, il collaudo sulla struttura, entro il 15 aprile sarà sottoscritto il verbale di consegna della struttura ad Acqualatina: “Finalmente – ha concluso il sindaco di Sezze Sergio Di Raimo – si sta per chiudere positivamente una questione aperta e sulla quale abbiamo dovuto lavorare parecchio per giungere al traguardo. Nel giro di circa 3 mesi – ha confermato il primo cittadino – saranno attivate tutte le procedure burocratiche e si potrà finalmente inaugurare questa infrastruttura, fondamentale per la crescita della città”.

(Visited 2 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Avatar
Simone Di Giulio