Aprilia Attualità slider — 01 Aprile 2019
Divertimento e allegria per il Carnevale

Per l’atteso Carnevale di Aprilia 2019 molti eventi hanno colorato a tinte vivaci la vita in città. I carri allegorici hanno sfilato: la mattina del 28 febbraio – con i ragazzi delle scuole di Aprilia -, il pomeriggio del 2, 3 e 5 marzo con gruppi in maschera. I carri, realizzati sempre dall’Associazione Abca, sono stati cinque, ognuno su temi scelti dagli artigiani delle botteghe del Carnevale Apriliano. L’Associazione Amici di Vallelata ha realizzato il carro allegorico “The Wall”, ispirato al notodisco rock-progressive della band inglese dei Pink Floyd. Il Quartiere Primo ha creato il carro “Vecchia Europa” che, con ironia, espone lostatus politico odierno del Belpaese. Gli Amici del Carnevale hanno realizzato un carro sul tema della violenza sulle donne, rappresentato attraverso la fiaba di Cappuccetto Rosso. I Carristi Toscanini hanno creato un carro che illustra la storia dalla civiltà egizia a quella romana – tema indicato dalle classi dell’istituto comprensivo del quartiere. I Carristi Carroceto hanno realizzato un carro con un’opera creata dal Maestro Cottiga intitolata “Chi muove chi”la quale descriveil funzionamento di un carro di carnevale. L’evento è stato gestito dalla Pro Loco di Aprilia che ha voluto che i carri si sfidassero nel “Palio del Carnevale della Città di Aprilia”, con una votazione pubblica sulla pagina Facebook della Pro Loco con una giuria di qualità che premierà anche i migliori gruppi in maschera delle sfilate. La Pro Loco ha spiegato: “La reintroduzione del premio per il miglior carro segue la nostra strategia complessiva di rilancio del Carnevale Apriliano. L’idea è quella di incoraggiare e sostenere l’opera di qualità svolta dalle botteghe, rendendo la cittadinanza sempre più partecipe del grande lavoro realizzato dagli artigiani del Carnevale. Oltre alla votazione “popolare”, infatti, le botteghe rimarranno aperte fino ai giorni delle sfilate, per accogliere le scuole e i privati cittadini, curiosi di apprendere come nascono i carri e quali volti si celano dietro la loro realizzazione”. Nelle sfilate del 28 febbraio e del 5 marzo prenderanno parte gli Istituti Comprensivi “Antonio Gramsci” e “Arturo Toscanini”. Pro Loco e Associazione ABCA hanno indetto il concorso “Disegna il tuo carro allegorico” riservato agli alunni delle scuole cittadine e il disegno vincente diverrà un carro nell’edizione 2020 del Carnevale Apriliano. Si è anche svolta la mostra grafico pittorica sul Carnevale cittadino dell’artista Katia Di Mella, allestita nella Sala Manzù della Biblioteca comunale dal 27 febbraio al 5 marzo; si è tenuto lo spettacolo teatrale “Ladri, Giullari e Canzoni”, in onore del maestro Dario Fo, della Compagnia Teatro Finestra in scena nel Polo CulturAprilia il 28 febbraio e l’1 e 2 marzo alle ore 21:00. L’assessore Elvis Martino ha spiegato: “Abbiamo invitato tutti gli istituti cittadini a prender parte al Carnevale, non solo partecipando alla sfilata d’apertura e a quella di chiusura, ma anche visitando in queste settimane le botteghe del Carnevale. Si tratta di un’occasione per conoscere da vicino il lavoro prezioso degli artigiani apriliani, utile anche a consentire, con il tempo, quel ricambio generazionale che ci consenta di proseguire con questa importante tradizione. Il Carnevale apriliano, infatti, rappresenta sicuramente il secondo evento cittadino, dopo San Michele, sia per il successo che registra ma anche per l’affetto che la cittadinanza nutre nei suoi confronti”. L’Assessore Gianfranco Caracciolo ha spiegato che il logo della Regione Lazio sulla locandina è dovuto alla richiesta di finanziamento inviata “che, se accettata, potrebbe aprire la strada anche a nuovi sviluppi per […] l’organizzazione degli eventi annuali che si svolgono nella nostra Città. […]”. Per creare l’immagine della manifestazione gli organizzatori hanno collaborato con Monica Sanzone, giovane artista del territorio che ha messo a disposizione la sua arte disegnando la locandina della manifestazione. Un variegato programma che ha puntato a onorare la tradizione facendola interagire con cittadini e nuove generazioni.

(Visited 3 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Federica Villanova
Federica Villanova