Spettacoli — 10 dicembre 2015
Doppia stagione a Sezze con Matutateatro

Il teatro è ancora il grande protagonista degli eventi di novembre a Latina e provincia. Il gruppo di Matutateatro presenta una doppia stagione capace di soddisfare tutti i gusti. Si tratta di una stagione di prosa che si svolgerà presso l’auditorium Mario Costa di Sezze e si dividerà in due rassegne: Scenari Contemporanei e Famiglie a Teatro. Scenari contemporanei proporrà una serie di spettacoli di grande spessore, una rilettura in chiave moderna di alcuni classici del teatro, spettacoli comici e altri che tratteranno importanti temi di attualità, grandi interpreti e grandi autori, spettacoli pluripremiati ma anche stelle della televisione e del cinema. Le proposte di Titta Ceccano, direttore artistico della rassegna, nascono dal desiderio di incoraggiare le nuove generazioni a frequentare il teatro, idea che sposa il più ampio progetto dell’amministrazione comunale di incentivare la proposta di intrattenimento culturale a beneficio di tutta la popolazione. I prossimi appuntamenti saranno domenica 22 novembre 2015, alle ore 18 con “Lo Splendore dei Supplizi” portato in scena da Fibre Parallele e sabato 5 dicembre 2015, alle ore 21 con “Le Vacanze dei Signori Lagonia” della Compagnia Teatrodilina. Mentre “Famiglie a Teatro” nasce dal lavoro di Julia Borretti, direttrice artistica della rassegna, e si basa sul desiderio di educare le nuove generazioni non più abituate allo spettacolo dal vivo, alle sue dinamiche e alle forti emozioni che sa suscitare. La rassegna proporrà classici dell’infanzia, spesso riletti in chiave moderna, che comunichino in maniera diretta e chiara messaggi positivi che sia i bambini che gli adulti possano fare propri. I prossimi appuntamenti sono sabato 14 novembre 2015, alle ore 17.30 con “Zeza e Pulcinella” del teatro Teatro Bertolt Brecht e domenica 29 novembre 2015, alle ore 17.30 con “La Sirenetta” del Teatro dell’Acquario/Centro RAT.

(Visited 46 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Beatrice Agostini
Beatrice Agostini