Attualità Cori — 18 gennaio 2017
Futuro Digitale più vicino con Informagiovani Cori

L’informagiovani del Comune di Cori riparte con grande stile, con un’associazione di eccellenza che lavora molto con i giovani. Parliamo di Futuro Digitale, organizzazione no-profit giovanile che ha dimostrato che fare rete non è solo una parola vuota, ma significa pensare ai diversi interessi, crescere insieme grazie alle opportunità e alla formazione garantite dai fondi europei per il territorio, in particolar modo il programma Erasmus plus. L’ufficio è sito nell’unica location della biblioteca Elio Filippo Accrocca ed ha subito riscontrato le simpatie e le frequentazioni dei giovani per le attrattive attività svolte.

Negli ultimi due mesi si è svolto già varie volte il caffè linguistico per migliorare l’uso delle lingue straniere da parte dei giovani (e non) e per favorire l’integrazione dei rifugiati all’interno della comunità corese.  Inoltre, l’associazione Futuro Digitale sta pianificando una serie di attività di formazione all’estero finanziate dal programma Erasmus plus.

L’ufficio ha per ora ospitato una giovane imprenditrice slovena, Maruska, che si è distinta come studentessa eccellente dell’università di Vienna, con un precedente stage presso l’OSCE nella capitale austriaca. A metà gennaio si attende una seconda giovane imprenditrice spagnola, Carlota, affascinata dall’innovazione e dalla possibilità di imparare sul campo come si gestiscono progetti sociali. I tutor dell’ufficio sono Marco De Cave, Francesco Zaralli ed Antonella Milanini, ognuno con differenti competenze nell’ambito della formazione, orientamento e scrittura progetti.

La forza dell’ufficio sta, inoltre, nella collaborazione e complementarietà di azione con il comune di Cori e con la biblioteca Elio Filippo Accrocca gestita dall’associazione Arcadia. Si sta portando avanti il concetto di biblioteca come centro di interessi multipli per i giovani e anche come centro per incontri europei. Attualmente, Futuro Digitale è parte di progetti come www.socialyouthenterprises.eu (progetto sull’imprenditorialità giovanile), www.codeandyouth.eu (progetto sul coding per gli adolescenti), www.cultourplus.info (sull’imprenditorialità giovanile lungo le vie di culto) e molti altri. L’obiettivo di questi progetti è quello di mobilitare i giovani locali per farli acquisire competenze all’estero a costo praticamente zero, grazie ai finanziamenti europei.

Prossimi appuntamenti per gennaio: caffè linguistici sull’imprenditoria sociale e su come presentarsi al meglio in un’impresa. Forse proprio la piccola dimensione del centro lepino ha permesso questa crescente forza, attestando ora Futuro Digitale (www.futurodigitale.org) come una delle realtà più dinamica ed in rapida crescita in Italia.

(Visited 45 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Marco De Cave