Cultura Sezze slider — 22 marzo 2018
Gli immigrati a Sezze nell’800

Lo scorso mercoledì 7 febbraio si è tenuto, presso l’Auditorium Mario Costa di Sezze, il Convegno coordinato da Loredina Macera, responsabile della biblioteca comunale di Sezze Scalo, intitolato “Gli immigrati a Sezze nel 1800” e inserito nel più ampio progetto “Genti Lepine” promosso dalla Compagnia dei Lepini e dal Sistema territoriale dei Musei dei monti Lepini per avvicinare i giovani alla ricchezza culturale del territorio. All’evento hanno partecipato, tra gli altri, alcune classi dell’Istituto comprensivo Pacifici Sezze-Bassiano.
Dopo i saluti di Quirino Briganti, Presidente della Compagnia dei Lepini e Pietro Ceccano, Assessore alla Cultura del Comune di Sezze, il professor Fausto Orsini, presidente del comitato di Latina dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, ha illustrato il tema del convegno, incentrato sul flusso migratorio che si registrò a Sezze in seguito alla bonifica della pianura pontina voluta da Papa Pio VI Braschi nel 1775 subito dopo la sua elezione al soglio pontificio. Durante l’opera di bonifica, l’insufficiente manodopera locale portò un flusso di immigrati proveniente da tutto lo Stato Pontificio e, in particolare, dalla Ciociaria, ma anche dal Regno di Napoli e dalla Toscana. Spesso intere famiglie prestavano la loro opera dall’autunno alla tarda primavera quando facevano ritorno nei Paesi di origine per sottrarsi al rischio di contrarre la malaria. Con il passare del tempo però, molti decisero di stabilirsi definitivamente nei Paesi a ridosso della pianura per essere più vicini ai luoghi di lavoro. Nella sola città di Sezze, ad esempio, tra il 1815 e il 1829 si contarono due mila persone, tutte insediate nella Conca di Suso in un totale di cinquecento capanne.
Jessica Marchionne, socia del comitato, ha illustrato un’indagine condotta nel 2017 tra i residenti di un’area della Conca di Suso con l’indicazione delle loro antiche provenienze. Infine, il gruppo folkloristico “I Turapitto” ha recitato in dialetto una “scena di vita quotidiana” incentrata sul tema dell’immigrazione a Sezze.
L’evento, molto ricco nei contenuti, è stato apprezzato dagli spettatori che hanno avuto modo di conoscere alcuni aspetti di un fenomeno sempre più attuale che è quello dell’immigrazione e che, non troppo tempo fa, ha interessato anche il nostro territorio.

(Visited 19 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Daniela De Angelis