Bassiano Politica — 25 luglio 2018
Guidi a valanga, parte il bis

Una vittoria netta e numeri che forse nemmeno alla vigilia si potevano aspettare. Si impone a mani basse Domenico Guidi, che strappa un 70% abbondante dei consensi (600 preferenze) e avvia il suo secondo mandato consecutivo alla guida di Bassiano, dopo la grande paura per l’iniziale esclusione dalla competizione elettorale della sua lista, Bassiano Futura, per un vizio procedurale (52 firme raccolte invece delle 50 consentite, poi annullate perché presenti anche sulla presentazione di un’altra lista). Dietro Guidi e la sua lista, che in consiglio riescono a portare 7 consiglieri comunali più il primo cittadino, ottiene un eccellente risultato Giuseppe Fonisto, candidato della lista Grande Bassiano, che con 145 preferenze (pari al 17,05% dei consensi) entra in consiglio portando con sé anche il primo degli eletti. Meno bene Ruggero Cacciotti, con la sua Amare Vassiano ferma al 7,64%, utile soltanto a portarlo in consiglio, dal quale resta fuori Giuseppe Mazzocchi, cui non bastano i soli 40 voti raccolti per sedere nella massima assise cittadina. Archiviata la pratica delle elezioni, Guidi ha iniziato anche il suo mandato, con il consiglio comunale di insediamento che si è svolto sabato 28 giugno e con la nomina della giunta comunale, che insieme a lui vedrà impegnati Giovanna Coluzzi e Lorenzo Bernabei. Per la Coluzzi si tratta della seconda esperienza in giunta, dopo il quinquennio appena trascorso. Per lei il sindaco ha optato anche per il ruolo di vicesindaco del borgo lepino, oltre alle deleghe a Politiche Sociali, Pari Opportunità ed Istruzione. Una sola piccola modifica rispetto agli incarichi dell’ultimo mandato di Guidi, la sostituzione della delega alla Sanità con quella all’Istruzione. Il terzo componente della giunta, invece, è Lorenzo Bernabei, 40enne da 16 impiegato in un’industria farmaceutica locale. Le sue deleghe saranno ai Lavori Pubblici, Ambiente, Attività Produttive e Commercio, Sport e Centro Storico. Il terzo ed ultimo tassello, quello relativo all’elezione del presidente del consiglio comunale, è appannaggio di Costantino Cacciotti, già presidente della massima assise cittadina nell’ultima consiliatura e il più votato della lista Bassiano Futura. Il sindaco, però, ha voluto fare di più, confermando quanto detto appena dopo la sua elezione, la partecipazione tramite incarichi a tutti quelli che componevano la sua lista, assegnando deleghe a tutti i consiglieri della sua lista.

(Visited 2 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Simone Di Giulio