Attualità Sezze slider — 28 Maggio 2019
Il carciofo di Sezze, la storia e l’evoluzione

Vittorio Del Duca, imprenditore agricolo professionale di Sezze, è titolare di un’azienda agricola specializzata nella coltivazione di carciofi romaneschi che vanta oltre due secoli di attività nel territorio pontino.

Dal 1975 al 1985 è stato Consigliere Comunale di Sezze, dal 1986 al 2018 ha ricoperto sia la carica di Consigliere Provinciale della Federazione Coldiretti di Latina che quella di Presidente della Sezione Coldiretti di Sezze,di cui èattualmente Presidente onorario e Vice Presidente.

Profondo conoscitore e appassionato del territorio, da tempo scrive articoli che pubblica su riviste specializzate di settore e su internet.

In occasione delle celebrazioni per i cinquant’anni della Sagra del Carciofo di Sezze, lo scorso 6 aprile ha presentato, presso l’Istituto Alberghiero Pacifici e De Magistris, un interessante libro patrocinato dal Comune di Sezze e voluto fortemente dalla Coldiretti di Latina e dalla Fondazione Campagna Amica.

 Il libro, intitolato “Il carciofo di Sezze usi, costumi e tradizioni”, racconta la passata civiltà contadina che lo stesso Vittorio ha in parte vissuto e della quale ha visto, purtroppo, il graduale tramonto.

Ripercorre le tappe salienti della produzione del carciofo, a partire dall’800 quando era coltivato in piccoli appezzamenti di terreno, passando per l’avvento del treno a vapore Tuppitto che ne intensificò la domanda e la distribuzione, la nascita spontanea del mercato dei carciofi di Sezze Scalo dopo la bonifica integrale dell’Agro Pontino, il boom economico degli anni cinquanta fino ad arrivare al 1970 con la prima sagra del carciofo, oggi giunta alla sua cinquantesima edizione.

Vittorio utilizza il carciofo, ortaggio simbolo del territorio setino, quale filo conduttore per descrivere i cambiamenti avvenuti in agricoltura negli ultimi decenni che, se da un lato hanno contribuito a migliorarne le condizioni di lavoro, dall’altro hanno influito negativamente sulla qualità dei prodotti agricoli.

Attraversonumerose immagini e un linguaggio semplice e adeguato, il libro riesce a calamitare l’attenzione del lettore su aspetti e aneddoti del passato che, anche grazie all’impegno e alla dedizione di Vittorio Del Duca potranno essere tramandati.

(Visited 9 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Avatar
Daniela De Angelis