Cultura Sermoneta slider — 09 Luglio 2019
Il Mondo chiede Pace, artisti uniti a Sermoneta

Nelle domeniche 12 e 19 maggio, nella XXIV Rassegna Maggio Sermonetano, nella Chiesa di San Michele Arcangelo, il Presidente delegato dell’Associazione Internazionale Dila, Da Ischia l’Arte, Angela Maria Tiberi, ha organizzato due incontri per parlare di Pace, Ambiente, Veganesimo, Salute, Valori, Territorio con l’Assessore Mafalda Cantarelli.

Due pomeriggi generosi di incontri con artisti, musicisti, scrittori. La Tiberi ha aperto con la lettura del Manifesto della Pace di Bruno Mancini che invita gli artisti ad essere attivi nella scena sociale e a condannare ogni guerra. Le pittrici Milena Petrarca e Flora Rucco hanno emozionato la chiesa con i dipinti ispirati a Frida Khalo e a personaggi del cinema. L’architetto Alfonso Gurreriha sottolineato la necessità della tutela della salute così come nella Terra dei Fuochi anche nel territorio pontino, dove Madre Natura continua a essere offesa, brutalizzata, sporcata dall’inquinamento. La Storia e la bellezza del nostro territorio è evidente, ma maltrattato e contaminato da veleni e discariche abusive; potremmo vivere di turismo, grazie ai reperti antichi, così come la Coppa di Nestore, conservata a Ischia, che invita l’uomo al piacere del vino e dell’amore. Il dott. Andrea Del Buono studia le caratteristiche e l’equilibrio metabolico dei chelanti vegetali, capaci di “pulire” il terreno inquinato: dovremmo ribellarci all’uso della plastica e acquistare acqua e prodotti confezionati nel vetro, per il nostro bene, guidiamo il mercato! Dovremmo ascoltare il grido di persone come Greta Thunberg, che denuncia la necessità di cambiare il nostro stile di vita se vogliamo salvarci.L’Ambasciatore Populare del Messico, Cecilia Salaices ha osservato che il mondo intero è terra dei fuochi.Natalina Steffi ha letto una poesia di rara forza. Lucia Fusco ha letto la poesia “Ermonno more” e ha auspicato un mondo vegano per l’armonia universale. Enzo Casagni, Ambasciatore DILA per il Libano ha letto poesie di una poetessa libanese.E’ rivoluzionario esprimere la volontà di pace attraverso la creatività. La prof. Sabrina Fardello ha raccontato l’ impegno con i suoi alunni per la coscienza ecologica e il rispetto della natura, con genitori e alunni si reca sul litorale pontino a pulire le spiagge da mozziconi, plastiche e microplastiche fortemente inquinanti e brutte.Il poeta Gianfranco Giannini e il suo bambino Riccardo hanno letto poesie auspicanti pace tra Palestina e Israele.La cantante lirica Floriana Pinto ha sorpreso con canti napoletani, con la chitarra di Mimmo di Francesco. Diversi scrittori, tra cui Assunta Gneo, hanno apportato parole e valore per la pace, impossibile qui nominare tutte le numerose eccellenze di questo convegno. Ha concluso la Corale Polifonica di Pontinia, condotto dal Maestro Roberta Cappuccilli, che ha saputo emozionare un pubblico innamorato.

(Visited 9 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Avatar
Lucia Fusco