Editoriale Febbraio 2013

Qualcosa si muove. Lodevole l’iniziativa comune di quattro paesi lepini che, in sinergia, portano avanti un progetto di valorizzazione e promozione del proprio passato, della propria storia che guarda al futuro. Il lungo periodo di crisi che ci attanaglia, con conseguente emorragia di posti di lavoro, impone a tutti noi di guardare al territorio di appartenenza per ripartire. I comuni di Cori, Rocca Massima, Norma e Bassiano lo hanno capito e tutelando nel modo migliore la Via Francigena Sud pongono le basi per un rilancio turistico e dunque economico. Rimanendo in tema di sinergie da non perdere il libro presentato a Roma di professionisti e intellettuali sulla storia archeologica lepina a testimonianza della potenza culturale del nostro territorio. Per il resto approfondimenti per tutti i palati come il progetto di ampliamento della storica chiesa di San Francesco Saverio e il recupero dei campi da tennis a Sezze. In questo numero, poi, sottolineamo alcune caratteristiche importanti di Palazzo Caetani, del Nodo di Salomone presente a Fossanova e di un altro albero importante nella vita di tutti i lepini: la Quercia. Scorrendo le pagine sarà possibile anche leggere un paio di interessanti focus sportivi sull’Aprilia e sul Latina Calcio a 5 ma anche di fastidiose disfunzioni come le enormi buche formatesi a Latina e il progetto non completato della nuova 156.

(Visited 27 times, 1 visits today)