Spettacoli — 04 ottobre 2013
“Il Sistina è tornato” dall’8 ottobre a Roma

Nuova programmazione autunnale basata sui musical studiata dal direttore artistico Massimo Romeo Piparo

«Ci aspettano mesi intensi di lavoro, al quale mi dedicherò con gli stessi principi e lo stesso sentimento che animarono il fondatore del Tempio della commedia musicale italiana»

Massimo Ranieri

Un curriculum di tutto rispetto presenta, ma solo formalmente, la fama e le eccellenze raggiunte da Massimo Romeo Piparo, il nuovo direttore artistico del Teatro Sistina di Roma, che ha ricevuto il testimone da Gianmario Longoni e con il quale ha concepito a quattro mani la Stagione di uno dei teatri più importanti di Roma. Partirà l’8 ottobre il cartellone 2013/2014 improntato soprattutto al Musical. Del resto non poteva essere altrimenti con un direttore che ha avuto il merito di portare il Musical italiano al centro della scena internazionale oltre ad essere una figura di spicco dello spettacolo italiano, regista, autore e produttore dei più grandi successi teatrali e televisivi degli ultimi anni. Nella conferenza stampa di presentazione Piparo ricorda colui che ha rappresentato l’anima del Sistina, Pietro Garinei: «Non potrei essere più carico di responsabilità – dichiara – E’ davvero un grande onore ereditare il ruolo di Pietro Garinei. La prima volta che misi piede al Sistina fu nel 1995; un giorno Garinei mi convocò e dandomi del Lei come faceva con tutti mi disse: “Piparo Lei mi ricorda Garinei da giovane. Le auguro di diventare Garinei da vecchio”. Fu profeta. Ci aspettano mesi intensi di lavoro, al quale mi dedicherò con gli stessi principi e lo stesso sentimento che animarono il fondatore del Tempio della commedia musicale italiana. Il Sistina è il Teatro più amato dai romani e uno dei pochi Teatri italiani conosciuti nel mond». “Il Sistina è tornato!” recita lo slogan veicolato sui manifesti dai volti dei tanti gli artisti che si alterneranno fino all’estate sulle tavole del prestigioso palcoscenico. Le Commedie Musicali divideranno la scena con i Grandi mattatori: il debutto è affidato a Massimo Ranieri con un nuovo varietà musicale dal titolo “Sogno e son desto”; seguirà il travolgente Enrico Brignano nei panni di “Rugantino”; torna Max Giusti con un varietà inedito costruito intorno a lui e torna anche Renzo Arbore. A grande richiesta prosegue le sue repliche “My Fair Lady” con Vittoria Belvedere e Luca Ward, che la scorsa stagione ha chiuso le vacanze di Natale con il tutto esaurito e una lunga lista d’attesa e, per celebrare i 60 anni dell’omonimo film, una nuovissima edizione dell’intramontabile “Sette Spose per Sette Fratelli” interpretato da Flavio Montrucchio e Roberta Lanfranchi. Ma la novità più grande è sicuramente la celebrazione dei 20 anni di “Jesus Christ Superstar” firmato Piparo, che, debuttando ad aprile andrà avanti ad oltranza per tutta l’estate e fino all’inizio della stagione. Le repliche saranno sia in italiano che in inglese con l’orchestra dal vivo, e un interprete d’eccezione: Ted Neeley, il Gesù “originale” del mitico film di Jewison. Per gli abbonamenti ci si può rivolgere al botteghino. Per info contattare lo 06.4200711

(Visited 52 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Silvia Frisina
Silvia Frisina