Attualità Priverno — 25 giugno 2014
Incontrare un autore: l’entusiamo dei ragazzi

All’istituto compensivo San Tommaso d’Aquino la lettura e i libri sono valorizzati anche con la presenza degli scrittori

I ragazzi nel fare questo itinerario di ricerca/lettura si rendono conto che dietro le pagine di un libro c’è una persona che lo ha scritto

Foto 1 ok

Chi non ha mai assistito ad un incontro tra un autore ed i ragazzi non può capire che carico di aspettative, entusiasmo, curiosità alberghi in tale momento. E’ bellissimo vedere come il tempo non basti mai perché le domande sono tantissime, le richieste di letture incessanti, il desiderio di capire, approfondire e sviscerare, inesauribile.

Da sempre l’Istituto Comprensivo San Tommaso d’Aquino organizza incontri con gli autori come attività capace di promuovere la pratica della lettura vista nella sua ottica di socializzazione, di ricerca autonoma e individuale, in grado di sviluppare la capacità di concentrazione, di riflessione critica e di favorire il processo di maturazione dell’alunno. Un’iniziativa che si corolla di altri momenti : primo tra tutti l’uso della Biblioteca scolastica con la sua funzione di polo qualificante dell’azione formati degli alunni. In questo contesto le responsabili di plesso della biblioteca curano il prestito d’uso di libri di narrativa tra ragazzi, “strumenti” che circolano tra le mani dei ragazzi e che diventano oggetto di commenti e piccole recensioni. Il progetto “incontro con l’autore” poi si compone di due fasi. Circa un mese prima che l’autore arrivi, i ragazzi incontrano un esperto di letteratura che introduce gli allievi alla produzione dello scrittore che incontreranno. Questa attività viene svolta in verticale con tutti gli ordini di studi, verificando che l’azione didattica sortisca in tutti lo stesso effetto: l’amore per la lettura e la curiosità. Il lettore introduce i testi dello scrittore, ne legge alcuni passi, ma soprattutto cerca di creare un clima di attesa per l’arrivo dell’autore e cerca di motivare i ragazzi alla lettura dei suoi libri. In questo modo i ragazzi  vengono “spinti” alla lettura dei libri senza sentirne l’obbligo. Nel mese di maggio “l’arcano” si svela ed i ragazzi possono incontrare il “loro autore” con un carico di curiosità incredibile. Un “rituale” a cui le insegnanti dell’Istituto Comprensivo San Tommaso d’Aquino sono ormai abituate, ma che emoziona sempre! Durante l’incontro i ragazzi pongono domande sui significati che sottendono le storie lette, sulla vita privata dell’autore, sui suoi interessi …

I ragazzi nel fare questo itinerario di ricerca/lettura si rendono conto che dietro le pagine di un

libro da leggere e godere c’è una persona che lo ha scritto.

Sono felici di vederlo da vicino si chiedono se è alto, grasso, magro con la barba, o con i capelli lunghi, sia che sia maschio o sia femmina. Di solito vogliono sapere se è sposato o scapolo, se ha bambini, a quale squadra tiene, che gioco gli piace, se va a ballare, al cinema.

La domanda d’obbligo riguarda quanti e quali libri ha scritto e in che

ordine leggerli. E perché nella sua vita ha deciso o come ha deciso di diventare scrittore…e tra gli occhi sognanti se ne incontrano normalmente almeno due che sognano improvvisamente di scrivere.

Quest’anno l’incontro con l’autore è tutto al femminile e fissato per il 30 di maggio: i ragazzi incontreranno Didone Irtelli autrice del libro “Sette”, una raccolta di racconti che si rivolgono ai ragazzi per suscitare in loro un moto di speranza, di fiducia e di gioia. Perché, come scrive l’autrice, Didone Irtelli: “Noi siamo sempre più importanti di qualsiasi obiettivo. Siamo importanti, così come siamo, non in funzione di quello che realizziamo”. Avanti, ragazzi, buona lettura!

(Visited 68 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Melina Santelia