Cultura Roccagorga — 10 dicembre 2015
“Io Leggo”, la lettura come medicina dell’anima

libri-classici-da-leggere

In una società dove tutto ciò che conta è il concatenarsi d’una serie di pregiudizi ed un mancato rispetto verso il prossimo, l’unica via d’uscita su cui poter contare è da sempre il viaggiare con la fantasia. Viviamo in un mondo, tuttavia, dove tutto sembra riportarci alla realtà: la tecnologia e i social network,purtroppo, non ci permettono più di curarci appieno delle nostre riflessioni e dei nostri pensieri più profondi. Ci privan persino , della capacità di ascoltare e rispondere a noi stessi, al nostro animo. Ma troveremo mai un modo per non esser risucchiati dal turbine violento della realtà? La risposta è si e non servirà cercare troppo a fondo.. E’ un qualcosa che esiste ormai da secoli: La lettura.

Sarà forse considerata il ”mezzo d’evasione” più antico e banale al mondo, eppure, la nostra cara amica ”lettura”, sembra non deludere mai. Quante persone, dopo aver trascorso periodi di crisi momentanea, han ritrovato se stesse leggendo dei libri? Si tratta, infondo, di una vera e propria analisi interiore, il trucco sta nel saper scegliere il libro giusto.

I giovani d’oggi, sembran sottovalutare l’importanza di quest’ultima, non comprendendone appieno la preziosa funzione. Proprio per questo motivo, alcuni paesi dei Monti Lepini, tra cui Roccagorga, han deciso di guidare i ragazzi della zona alla riscoperta del magico mondo dei libri. Attraverso l’organizzazione di un progetto intitolato ”IO LEGGO” , che avrà luogo dal 27 ottobre fino al 20 dicembre 2015, presso tutte le biblioteche del territorio, l’associazione ”Matutateatro” in collaborazione con le varie amministrazioni locali, promuoverà una serie di attività creative, col fine di riportare alla luce, fra i ragazzi, un vero e proprio interesse nel coltivare la lettura individuale. Sarà grazie all’utilizzo di tecniche artistiche differenti, che i giovani partecipanti apprenderanno come avvicinarsi ad un libro: dall’illustrazione , all’animazione fino alla messa in scena di quest’ultimo. Il programma consiste, pertanto, nella presentazione finale di un catalogo illustrato, frutto del lavoro svolto dai bambini/ragazzi nelle ore di laboratorio dedite a quest’iniziativa. Le varie fasi del progetto potranno essere, inoltre, seguite on-line, attraverso un blog , dove verranno caricati dei video reportage realizzati dai piccoli allievi. Coloro che avranno aderito al progetto saranno premiati, infine, con la partecipazione del 1 febbraio 2016, ad uno show molto importante, tenuto da Gek Tessaro, animatore e illustratore di gran successo.

(Visited 117 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Adriana Pagano