Attualità Cisterna — 02 settembre 2016
Jim alla ricerca dei luoghi del papà ranger

Jim-DAmato_con_foto_padre-su-ponte-fosso

Il 1° luglio Jim D’Amato e moglie da Bristol nel Connecticut, USA hanno visitato i luoghi della Battaglia di Cisterna, accaduta nella notte del 29-30 gennaio 1944 a Isolabella, cui partecipò il padre Pasquale D’Amato, ranger del 3rd Ranger Battalion, di origini italiane. Egli era solito narrare con dovizia di particolari gli eventi, impressi per sempre nella sua mente e Jim ha potuto ritrovare il luogo esatto di scontro e prigionia grazie ad una fotografia aerea della zona con le indicazioni esatte da lui riportate. Jim ha spiegato ciò a Stefano Solferini dell’associazione “Il fronte a Cisterna” aiutato da Carlo Perinelli, che lo ha sostenuto nel percorso. Ecco il drammatico racconto del ranger: «Avanzavamo tenendoci bassi nel fosso. Era inverno e l’acqua nel fosso era fredda. Appesantiti dal fango arrivammo fino ad un piccolo ponte dove ci fermammo, poiché notammo due carri armati tedeschi Tigre sopraggiungere dalle colonne riferendosi alle colonne di Isolabella seguiti da 8 uomini ciascuno, l’ufficiale accanto a me si alzò per dare l’ordine di attaccarli. Non appena si alzò, non ebbe neanche il tempo di dare l’ordine che cadde subito a terra, colpito alla testa da un proiettile tedesco. Ci trovammo accerchiati. Cercavamo di fermare i carri lanciando granate tra i cingoli, ma ne sopraggiunsero altri. Non avevo mai visto un così grande schieramento di mezzi e uomini in vita mia. Fummo costretti ad arrenderci». Poi il ranger fu fatto prigioniero a Firenze ma scappò con un compagno e tornarono alla base. Jim ha collocato la foto del padre in via Toti e ringraziato l’associazione per avergli fatto «realizzare il sogno di una vita: ho potuto finalmente vedere i luoghi dove ha combattuto mio padre che finora avevo solo potuto immaginare» ha spiegato commosso. Gli ospiti hanno visitato il cimitero americano di Nettuno e il Museo dello sbarco di Anzio con la promessa di ritornare. Una testimonianza preziosa e toccante per tutti noi.

(Visited 20 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Federica Villanova
Federica Villanova