Alimentazione&Salute — 24 luglio 2017
La dieta giusta in estate, andiamo oltre le banalità

Seguire una dieta corretta è importante in ogni momento dell’anno. Con l’arrivo dell’estate però, alcune modifiche alimentari sono d’obbligo per proteggere la pelle dalle scottature e combattere i tipici malesseri dovuti al caldo. Quali sono i consigli giusti da dare, oltre le solite e banali raccomandazioni da telegiornale?

Sappiamo tutti che il consiglio di consumare frutta e verdura freschi vale per tutte le stagioni, ma in estate l’attenzione maggiore riguarda i carotenoidi, pigmenti ad azione antiossidante che proteggono la pelle dai raggi solari. Ne sono ricchi i prodotti del gruppo giallo-arancio e rosso. Ora pensate a quali sono i prodotti tipici della stagione estiva: meloni, albicocche, carote, peperoni, fragole, angurie, pomodori…la dimostrazione che la natura ci viene incontro e ci offre prodotti funzionali al benessere stagionale. C’è un però: i carotenoidi per essere assorbiti necessitano delle presenza di grassi, perciò bando alle deleterie diete senza grassi dell’ultimo minuto! Ricordiamoci piuttosto del buon olio extravergine di oliva utilizzato a crudo per condire gli ortaggi e magari aggiungiamo alle nostre ricette una manciata di semini misti, un mix di sali minerali utili a reintegrare le perdite dovute alla sudorazione. Proteggere la pelle sì, ma non esagerate con i filtri solari, a meno che non abbiate particolari problemi. La stagione estiva è il momento ideale per fare il pieno di vitamina D, la cui attivazione avviene tramite l’esposizione solare. Si stima che circa l’80% della popolazione abbia livelli insufficienti di vitamina D e la sua carenza influenza non solo la salute dell’osso, ma viene correlata in alcuni recenti studi a vari tipi di cancro, malattie autoimmuni, insulino-resistenza, dolore cronico e depressione.

E’ inutile dire che con il caldo abbiamo tutti poca voglia di stare ai fornelli. Questo però porta spesso a commettere diversi errori. Quante volte avete ripiegato su prodotti inscatolati, affettati e formaggi pur di non mettervi a cucinare? Consumare abitualmente questi cibi non farà altro che peggiorare la vostra ritenzione idrica, facendovi sentire sempre più gonfi. Restando in tema di ritenzione idrica, prestate attenzione a uno dei classici dell’estate: la caprese. L’abbinamento mozzarella-pomodoro esercita un effetto pro-ritentivo, non il massimo per chi soffre di queste problematiche. Stessa cosa vale per le insalate di soli pomodori. Non che dobbiate bandire queste prelibatezze, ma adottate alcuni accorgimenti. Per esempio inserite della cipolla cruda, ravanelli, daikon e sedano, degli ortaggi dagli spiccati effetti drenanti.

Degli ottimi piatti freddi per l’estate sono di certo le insalatone, ma anche qui attenzione a cosa scegliete di metterci dentro se non volete rischiare di trasformare un pasto frugale, fresco e leggero in una bomba calorica di difficile digestione. Preparatela voi stessi scegliendo delle verdure di stagione, una fonte proteica e arricchitela con semini, frutta secca oppure con cubetti di frutta fresca o avocado.

Per chi soffre di pressione bassa, poi l’estate è davvero problematica. Un utilissimo rimedio naturale in questi casi è di portare con sé della liquirizia pura. Non caramelle zuccherate al gusto di liquirizia bensì tocchetti di liquirizia al 100%, magari anche la radice. Vi aiuterà molto.

Per chi fa sport all’aria aperta il reintegro di liquidi e sali minerali è fondamentale! Evitate di assumere bevande piene di zuccheri che non faranno altro che indurre disidratazione. Ricordate che il miglior integratore in assoluto è l’acqua! Invece di ricorrere a succhi di frutta e bevande zuccherate potete preparare delle ottime bevande a base di acqua aromatizzata mescolando frutta, ortaggi ed erbe aromatiche in acqua e ghiaccio e lasciate macerare in frigo.

E il gelato? Quante volte vi è venuta voglia di sostituire il pranzo con un bel gelato? Purtroppo pranzare con un gelato non è la scelta migliore, in quanto si tratta di un alimento troppo sbilanciato dal punto di vista della sua composizione in macronutrienti: troppi zuccheri, grassi e praticamente zero proteine! La presenza del cospicuo quantitativo di zuccheri semplici non farà altro che aumentare il senso di sete. Vi sentirete rinfrescati nell’immediato, ma la sensazione svanirà di colpo. Il gelato è uno sfizio estivo che di certo non può mancare, ma non utilizziamolo per rimpiazzare un pasto importante. Nel contesto di una dieta equilibrata il gelato è un dessert da concederci occasionalmente per appagare il palato senza troppi sensi di colpa.

(Visited 16 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Laura Guarnacci
Laura Guarnacci

Dietista