Attualità Cisterna — 22 ottobre 2018
La letteratura rende ancor più bella Ninfa

Il Giardino di Ninfa ci riserva di continuodeliziose sorprese, infattiè stato di recente intitolato e dedicato a Marguerite Chapin. Il 22 settembre si è svolta l’inaugurazione del Parco Letterario “Marguerite Chapin e i Luoghi dei Caetani” con apertura alle ore 9:30; durante la giornata si sono susseguiti molteplici eventi, visite e letture curate dagli attori di Clemente Pernarella: artisti di testi e poesie illuminati dalla magia del Giardino di Ninfa. In seguito è avvenuta l’inaugurazione del nuovo Parco Letterario da parte del presidente della Fondazione Roffredo Caetani, Tommaso Agnoni, in compagnia dell’assessore al Turismo e alle Pari Opportunità della Regione Lazio, Lorenza Bonaccorsi, la quale ha riaffermato il fondamentale impegno delsupporto istituzionale a favoredelle singole territorialitàcome valore aggiunto. Alla cerimonia ha preso parte il presidente de “I Parchi Letterari”, Stanislao de Marsanich, che ha ampiamente illustrato il progetto “I Parchi Letterari”, i suoipropositi e il potenziale implicito anche a livello culturale e turistico. All’evento hanno partecipato molte personalità, come Esme Howard, appartenente a l’ “International Friends of Ninfa”, col ruolo di raccontare l’esistenza di Marguerite Chapin Caetani ele sue attivitàall’interno dello scenarioculturale internazionale dell’epoca. Ha partecipato il professor Luciano Monti, docente della Luiss, membro della Fondazione Roffredo Caetani e codirettore scientifico della Fondazione Bruno Visentini, collaboratore sin dall’inizio del progetto e nel corso della cerimonia ha definito l’intenzione di promuovere e valorizzare il territorio. Poi è stata la volta dell’intervento del Direttore del Giardino di Ninfa, Lauro Marchetti e Massimiliano Tortora. Il presidente Agnoni ha dichiarato questo: “Oggi il Giardino di Ninfa ribadisce con forza il suo ruolo all’interno della storia italiana ed europea e nel mondo della letteratura, dell’arte. Fonte di ispirazione per artisti e poeti di ogni epoca, Ninfa, grazie all’impegno dei Caetani e al lavoro di salvaguardia fatto dalla Fondazione voluta dalla nobile famiglia, è sempre stato questo: un Giardino dell’anima che ha contribuito a scrivere pagine straordinarie della nostra cultura. Queste pagine vanno trasferite alle future generazioni, oltre la bellezza del Giardino, oltre le emozioni visive che ci regala, dobbiamo raccontare la sua storia, anche recente, quella dei suoi personaggi e farlo anche in occasioni in cui i giovani siano protagonisti, facendo diventare nuovamente questa Oasi un luogo di ispirazione per artisti e persone di cultura di ogni parte del Mondo”. Il Parco è stato quindi intitolato all’illustre personaggio di Marguerite Chapin, moglie di Roffredo Caetani e fondatrice della rivista “Botteghe oscure”. Il Giardino ha ispirato personaggi celebri del secolo scorso del calibro di Boris Leonidovič Pasternak, autore de “Il dottor Živago”, della scrittrice inglese Virginia Woolf, di eminenti scrittori italiani come Gabriele D’annunzio, Giuseppe Ungaretti, Giorgio Bassani – che trasse ispirazione proprio dalle sublimi atmosfere di Ninfa nel libro “Il giardino dei Finzi-Contini”. Finalmente la storia del Giardino è entrata a far parte del patrimonio e a far parte di una delle maggiori reti culturali italiane. Ricordiamo che il Giardino di Ninfa aprirà in via straordinaria domenica 21 ottobre in occasione della Giornata Nazionale dei Parchi Letterari Italiani. Sarà un evento unico durante il quale i visitatori al posto delle tradizionali guide potranno vedere nel Giardino alcuni attori che declameranno poesie e brani composti da artisti che si sono fatti ispirare dal suggestivo incanto di Ninfa. La visita del 21 ottobre si può prenotare attraverso la piattaforma online del sito www.giardinodininfa.eu.

 

(Visited 3 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Federica Villanova
Federica Villanova