Politica Rocca Massima — 08 febbraio 2013
La priorità di Tomei: «Pensiamo ai giovani»

Bilancio di fine anno da parte del sindaco rocchigiano con in primo piano il sociale e la raccolta dei rifiuti

Sul domani di tanti giovani, sulla loro permanenza a Rocca Massima, sul loro ruolo attivo dobbiamo tutti cercare di elaborare idee e progetti

Di questi tempi guidare un piccolo comune è compito davvero complicato. Le entrate sono ridotte ai minimi termini e le aspettative della popolazione sono sempre alte in quanto l’amministrazione comunale è il più vicino referente istituzionale per un cittadino. Lo sanno bene a Rocca Massima, piccolo paese nel cuore dei Lepini, che tra mille difficoltà riesce a fornire i servizi essenziali alla gente. Il sindaco Angelo Tomei ha tracciato un bilancio del 2012 rivendicando il lavoro svolto ed evidenziando, nel contempo, le linee guida per il futuro più prossimo. L’idea stessa della politica, che ora appare neutralizzata dai tecnici, dovrà cambiare. «La fiducia dei cittadini ha spiegato Tomei ed una rinnovata coesione sociale sarà possibile solo attraverso la piena dimostrazione di un forte senso di responsabilità. Essere al “servizio” dei cittadini, con sobrietà e rigore dovrà essere considerato un obbligo “etico”, una nuova “questione morale». Dunque prima di quasiasi intervento concreto è giusto pensare alla politica come impegno per il bene comune. Inoltre in un regime di spending review la priorità assoluta per una amministrazione locale è quella di mantenere il più possibile inalterato lo standard verso i servizi sociali. «Relativamente alle politiche sociali, nel 2012 si è voluto privilegiare le iniziative di assistenza (assistenza domiciliare, servizio mensa, progetti sociali, contributi socio-assistenziali, sportello sociale)» ha spiegato lo stesso sindaco di Rocca Massima. Ma scorrendo la lista degli interventi effettuati Angelo Tomei non nasconde la sua soddisfazione per l’ottimo risultato conseguito nella raccolta di rifiuti «La “raccolta differenziata di prossimità” ha spiegato nel dettaglio il sindaco consiste in un sistema di prelievo dei rifiuti differenziati in prossimità della residenza di un gruppo di utenti. Ovvero, i cittadini coinvolti dal servizio possono/devono conferire i propri rifiuti differenziati nei cassonetti, posti in prossimità del loro numero civico di residenza. Il piano è stato il risultato di un attento studio territoriale e demografico del Comune di Rocca Massima, nonché della tipologia immobiliare e densità demografica di ciascuna zona. Il piano, elaborato dal responsabile del servizio Maurizio Cianfoni, ha previsto la suddivisione del territorio in due zone ed ad oggi ha consentito di aumentare la percentuale di raccolta differenziata dall’iniziale 5% di luglio 2012 all’attuale 42% di Dicembre 2012». In chiusura dell’intervento Tomei vede il futuro interamente in mano ai giovani che non devono più andare via da Rocca Massima. «Un impegno particolare deve essere rivolto verso le nuove generazioni, con l’istituzione del Tavolo Adolescenti e Giovani e la realizzazione del Centro di Aggregazione giovanile, il servizio Informagiovani ed Eurodesk e lo Sportello di Animazione Por Lazio e Fondi Europei, istituito anche grazie all’attività formativa messa a disposizione dalla Provincia di Latina. Sul domani di tanti giovani, sulla loro permanenza a Rocca Massima, sul loro ruolo attivo dobbiamo tutti cercare di elaborare idee e progetti che possano avere concrete possibilità di sviluppo».

(Visited 110 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Fabrizio Agostini
Fabrizio Agostini

Nella mia carriera giornalistica ho collaborato con diverse testate. Ho mosso i primi passi nel gruppo radiofonico Radio Immagine-Radio Latina e li sono rimasto a crescere per un lustro. A seguire ho iniziato collaborazioni con Anteprima Sport, con il Settimanale di Latina, Il Tempo, Mediasport, Il Territorio, SL 48 tv e Sportlatina.it.