Attualità Latina slider — 14 Gennaio 2021
La Strada del Mare e Latina negli anni ‘50

Il nuovo romanzo di Antonio Pennacchi racconta la vita quotidiana e quindi la storia di Latina degli anni 50 e 60 del secolo scorso, essendo storiarecente rievoca emozioni vissute. Nei suoi libri si narrano le vicende della famiglia Peruzzi-Benassivenuta dal Veneto o come egli dice “dall’Altitalia” negli anni della bonifica dell’Agro Pontino e attraverso il racconto della vita dei suoi personaggi ricostruisce alcuni fatti avvenuti in quel periodo. Nella sua descrizione ripercorro i luoghi della mia città, molto diversi da oggi, e rivedo le grandi campagne con rare abitazioni e i canali con le cascatelle di acqua dove andavamo a giocare da bambini. Il linguaggio scorrevole ricco di dialoghi in dialetto veneto mi è familiare ed è a tratti divertente. Ripercorre dal 1954 al 1963 i fatti storici del nostro territorio, che mi hanno molto interessato perché del periodo della bonifica se ne è parlato moltoma nulla relativo a questo periodo dove si intrecciano realtà e fantasia, inserendo i personaggi della famiglia Peruzzidentro gli avvenimenti.Si rievocano persone conosciute, come il bonario ma competente dottor Fabiano, il medico della mia infanzia e i luoghidi ieri percorsi sempre a piedi o in bicicletta per gli stradoni senza luci.La strada del mare, costruita in quel periodo,ci conduce ancor oggi nel posto più  bello del mondo perché anche ora quando percorroil tratto dopo l’incrocio con la Nascosa mi sembra di stare sulle montagne russe, poi quando arrivo a Capoportiere con il lago di Fogliano a sinistra il mare a destra e la vegetazionemediterranea penso: chi ce l’ha nel mondo un spettacolo naturale come questo e sono orgogliosa di abitare qui.Lo scrittore di Latinadescrive con dovizia di particolari le fasi della vita di tutti i giorni e mi ricorda come eravamoe quanto siamo cambiati. L’esempio più evidente è stata l’integrazione tra persone provenienti da culture differenti come i “cispadani” e gli abitanti dei Monti Lepini. Antonio Pennacchi ha vinto il premio Strega con il romanzo “ Canale Mussolini” e ha fatto conoscere la vita di ieri nell’Agro Pontino che non sembrava interessare al mondo.

(Visited 1 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Marcella Campagnaro
Marcella Campagnaro