Attualità Norma — 04 ottobre 2013
L’Antica Norba pulita dalle associazioni locali

Consapevoli dell’inestimabile valore la comunità normese si è rimboccata le maniche per il suo gioiello più famoso

Un’iniziativa importante dal punto di vista culturale, in quanto veicolo per la conoscenza del nostro patrimonio storico, e dal punto di vista sociale

pulizia domus Norba

Sabato 31 agosto, nell’ambito della Notte Bianca normese, grazie all’iniziativa di alcuni cittadini e associazioni di Norma, è stata organizzata una visita guidata gratuita con aperitivo, presso il parco archeologico di Norba. Poco prima del tramonto, i visitatori giunti a Norma, accolti presso la “welcome area”, hanno potuto così conoscere da vicino l’antica città norbana, percorrendone le antiche strade immerse nel verde. Un’iniziativa importante non solo dal punto di vista culturale, in quanto veicolo per la conoscenza del nostro patrimonio storico, ma anche da un punto di vista sociale, poiché pensata per la comunità e organizzata volontariamente da cittadini e associazioni che operano nel territorio normese. Questi, consapevoli del valore del sito archeologico di Norba come testimonianza viva del passato e risorsa per il futuro, hanno deciso di riunirsi e adoperarsi, contribuendo alla salvaguardia di questo inestimabile tesoro e alla diffusione della sua conoscenza. L’iniziativa ha ricevuto il riconoscimento ufficiale lo scorso marzo, quando è stato approvato il protocollo d’intesa tra il Comune di Norma, la Cattedra di Topografia Antica della Seconda Università di Napoli, responsabile degli scavi archeologici e le seguenti associazioni: Aeroclub, Banda Musicale Santa Cecilia di Norma, Circolo Arcobaleno Legambiente Volontariato, Gruppo Archeologico Norba, Gruppo Folklorico Norbanus “Ju Borgo”, Ass. Folklorica Norbensis, Asd Centro Ippico Tornado, Associazione Culturale “Domusculta”, Ass. Culturale “Segrete Storie Italiane”, Ass. Culturale “Sentiero Luminoso”, Ass. Socio Culturale Trillandia, Casa Famiglia “Il fanciullino”. Per favorire la fruizione del sito archeologico, il progetto di valorizzazione dell’antica Norba ha preso avvio attraverso l’attività di manutenzione ordinaria del parco (pulizia, decespugliamento, diserbo): in accordo e sotto la supervisione della Seconda Università di Napoli, ogni associazione ha scelto un settore del parco archeologico da curare regolarmente impegnandosi, inoltre, al controllo dell’area, segnalando periodicamente lo stato di conservazione delle infrastrutture (staccionate, passerelle, cartellonistica). I primi risultati del progetto sono stati esposti nell’ambito di una visita guidata nel corso della quale ogni associazione ha creato un manifesto dove, mediante suggestive e simpatiche immagini fotografiche, è stato descritto e documentato il lavoro di “pulizia” svolto presso l’area archeologica. Tali lavori sono ora esposti e visibili presso l’info point che si trova all’interno dell’area parcheggio, all’ingresso del parco archeogico. Ci si augura che queste siano solo le prime di numerose iniziative organizzate per favorire la conoscenza e la divulgazione della nostra cultura e delle nostre radici, ma soprattutto per contribuire a formare una vera e propria coscienza “culturale” in nome della quale ognuno possa riconoscere come proprio e parte di sé, ogni frammento e segno della storia del proprio territorio.

(Visited 200 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Beatrice Cappelletti
Beatrice Cappelletti