Attualità Bassiano — 25 Febbraio 2019
L’idea di Guidi: consorzio lepino di 7 Comuni

Un consorzio tra sette Comuni dei Lepini per avere più “potere” in ambito di accesso ai fondi comunitari, nazionali e regionali, che solo tramite una perfetta organizzazione possono essere gestiti. E’ questa l’idea del sindaco di Bassiano Domenico Guidi, che nei giorni scorsi ha scritto una lettera, indirizzata a Carla Amici, Gianfranco Tessitori, Claudio Sperduti, Angelo Pincivero, Barbara Petroni, Angelo Tomei (rispettivamente primi cittadini di Roccagorga, Norma, Maenza, Prossedi, Roccasecca dei Volsi e Roccamassima), affinché si possa realizzare il consorzio dei Comuni come previsto dalla Legge di stabilità 2019 della Regione Lazio che, tra le altre cose, interessa anche il superamento delle Comunità Montane. Proprio questo ha spinto il sindaco di Bassiano a spiegare: “Verrebbe meno un ente di coordinamento territoriale come la XIII^ Comunità Montana che, prima nel Lazio, ottenne il riconoscimento di “Area di Programmazione Negoziata per la valorizzazione ambientale, culturale e turistica del territorio” con Legge Regionale 40/99, decisione che dette vita al Programma STILe, con significativi investimenti in tutti i 12 Comuni del comprensorio”. Il sindaco di Bassiano ha anche spiegato come questo processo era già iniziato con le provvidenze dell’Obiettivo Comunitario 5B, ma la diffusione della promozione del territorio si è fortemente consolidata da quella data, e da ultimo, in ordine di tempo con la PIT (Piano Integrato Territoriale): “            Ne fanno fede – ha proseguito Guidi – gli interventi di tutela territoriale come i Piani di Forestazione e di controllo idrogeologico, di prevenzione degli incendi e delle calamità naturali, i Piani agro-silvo-pastorali, la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale (musei-biblioteche), archeologico e ambientale, di tutela dei prodotti tipici, di sagre e fiere comunali e cosi via.         Rientrano in questo quadro gli interventi di qualificazione dei Centri storici dei paesi Lepini. In seguito a questa forte iniziativa di proposta e coordinamento ogni Comune si è organizzato nel tempo, mettendo in campo la propria storia e specificità come è avvenuto, ad esempio, con le iniziative di Expo di Milano 2015”. Numeri alla mano, l’iniziativa sembra assumere connotati importanti, con i8 7 Comuni che raggiungono i 16.760 abitanti a fronte degli 84.789 dell’intero comprensorio Lepino-Ausono, oltre il 20%: “Nessuno scontro tra organismi istituzionali – precisa Guidi – ma una oggettiva concorrenza”.

(Visited 5 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Avatar
Simone Di Giulio