Cultura Sermoneta slider — 29 maggio 2013
“Maggio sermonetano” all’insegna della musica

Le prossime domeniche del mese saranno dedicate a diverse sonorità presentate alla storica manifestazione sermonetana

“Il Maggio sermonetano” offre come ogni anno una serie di appuntamenti imperdibili per gli amanti della buona musica dal vivo e non solo

pupidisurfaro

Non sono molte le occasioni culturali di alto livello che si presentano nella nostra provincia e il Maggio Sermonetano è uno di questi, un intero mese dedicato alla cultura e alla valorizzazione di forme artistiche dimenticate o poco conosciute. “Il Maggio sermonetano” offre come ogni anno una serie di appuntamenti imperdibili per gli amanti della buona musica dal vivo e non solo. Tre domeniche dedicate all’arte in tutte le sue forme e soprattutto alla musica, che farà da colonna sonora del mese. Si parte Domenica 12 con l’apertura degli spazi espositivi dedicati alla musica con un evento dedicato alla liuteria, all’arte con un omaggio pittorico a Fellini dell’artista David Parenti, e le opere della pittrice Cecilia Chiavelli mentre i bambini saranno allietati da spettacoli con cantastorie e spettacoli di burattini. Ma “il Maggio Sermonetano” è soprattutto musica, a partire dal ritmo delle percussioni dei Letizia drums, il jazz del Massimiliano Filosi Trio e la serata nella suggestiva cornice del belvedere il trio napoletano Letti Sfatti, vincitori di prestigiosi premi porteranno il loro “rock di provincia” come amano definirlo nella sera di Sermoneta. Il programma di domenica 19 si concluderà con il concerto “Jamm’ guagliò!” ricordando Karl Potter del Ventotene Music Ensemble, una performance dedicata al grande percussionista americano. Domenica 26 la chiusura è affidata ai Pupi di Surfaro, la band porta in scena il sud e la sua tradizione musicale, litanie, suoni, parole e rielaborati in chiave moderna e originale nello spettacolo “Suttuterra terra di sutta”. A Sermoneta la primavera è accolta da eventi di altissimo livello adatti a tutti i gusti musicali. È dal 1996 che l’associazione “Suono parola immagine” si occupa di organizzare quello che è oggi diventato un appuntamento imperdibile per chi ama la musica sotto le stelle nella cornice di uno dei borghi medievali più belli del Lazio. L’associazione si impegna fortemente nella promozione di quelle forme d’arte poco conosciute, non solo pittura e poesia, ma anche antichi mestieri, e soprattutto la musica in tutte le sue forme dalla musica classica al jazz senza dimenticare la musica etnica e popolare. E non mancano laboratori, seminari e attività ludiche dedicate ai bambini. Ecco cosa offre il Maggio sermonetano: un viaggio attraverso sonorità insolite e caratteristiche alla scoperta di melodie sorprendenti e forme d’arte poco conosciute nello scenario suggestivo dei vicoli di Sermoneta.

(Visited 68 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

redazione