Attualità Norma — 09 Ottobre 2020
Norba in flash anche a settembre

Dal mese di maggio, ogni sabato, il museo archeologico di Norma ed il parco archeologico dell’Antica Norba sono on line, raccontando e mostrando interessanti dettagli sulla storia e l’archeologia della “Pompei repubblicana del Lazio”, ma anche storie, credenze e tradizioni custodite, rinnovate e divulgate sul Balcone dei Lepini .

L’iniziativa, frutto della collaborazione tra l’assessorato alla cultura di Norma, la direttrice del museo Stefania Quilici Gigli e la Compagnia dei Lepini nell’ambito del progetto Civiltà Lepine, rimodulato a causa dell’emergenza sanitaria in corso, ha riscontrato e continua a registrare un grande successo. Sono infatti migliaia le visualizzazioni, i like, le condivisioni e i commenti di apprezzamento tra gli utenti di Facebook sulla pagina “Amici dell’Antica Norba”, da dove puntualmente ogni settimana viene diffuso un flash di approfondimento. Decine di video, condivisi ininterrottamente, mostrano l’importanza archeologica di Norba, con le stupefacenti strutture urbane, i tanti reperti rinvenuti nel corso degli ultimi scavi, la bellezza e unicità del suo paesaggio mostrato attraverso immagini e riprese dall’alto dei droni, fino alle profondità del sottosuolo, grazie alle ricerche speleologiche all’interno di pozzi e cisterne condotte dalla associazione ASSO.

Un successo importante, corale, a cui hanno contribuito, oltre agli archeologici e studiosi dell’Universita’ della Campania Luigi Vanvitelli, tante voci e professionisti della cultura che a vario titolo hanno lavorato e lavorano per Norba. Un’iniziativa importante che certamente favorisce la conoscenza e divulgazione del patrimonio storico archeologico di Norma, ma anche delle sue attività culturali portate avanti dalle associazioni, come ad esempio la Rievocazione storica che per ragioni di sicurezza non ha potuto avere luogo, ma che attraverso un flash dedicato con le immagini delle scorse edizioni, è stata a sua volta rievocata. Anche la tradizione religiosa e cultuale ha avuto il suo spazio di approfondimento, proprio nel periodo in cui le tanto sentite tradizionali celebrazioni hanno dovuto subire delle limitazioni.

Neanche l’estate e il periodo di ferie, dunque, hanno messo in pausa la divulgazione della cultura che non si è mai arrestata e che continuerà anche nel mese di settembre con nuovi flash in programma. In anteprima, ecco i prossimi appuntamenti in calendario: sabato 5 settembre la Prof.ssa Rosa Vitale presenterà “Vendere e comprare a Norba. Le monete dagli scavi”, un breve interessante excursus che fa luce sull’economia dell’antica città attraverso le monete perdute dai suoi abitanti nei secoli e rinvenute sul ciglio delle strade o nascoste nelle case, che oggi è possibile ammirare al museo archeologico “Padre Saggi”. Il giorno 12 la dott.ssa Martucci illustrerà “La ceramica usata per cucinare a Norba”, interessante excursus attraverso i frammenti provenienti dalle cucine norbane. Infine sabato 19, la prof.ssa Bedello dimostrerà che anche duemila anni fa si conduceva “Una vita a colori: le pitture delle case di Norba” , interessante approfondimento sulle decorazioni parietali delle domus in base ai resti preservati al tempo e all’incendio che nell’81 a.C. distrusse la città.

(Visited 1 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Beatrice Cappelletti
Beatrice Cappelletti