Attualità Norma — 27 giugno 2018
Norma si rifà il vestito per il solstizio d’estate

La stagione estiva si apre a Norma con uno straordinario evento nel corso del quale il parco archeologico dell’antica Norba sarà teatro di storia, musica e tradizione. La collaborazione e il coordinamento tra la Soprintendenza, nella persona del Funzionario di zona Francesco Di Mario, la direttrice scientifica degli scavi di Norba Prof.ssa Quilici Gigli, il sindaco Gianfranco Tessitori e l’assessore alla Cultura Elisa Ricci del Comune di Norma, la dott.ssa Gilda Iadicicco, vice capo della delegazione FAI Gaeta-Latina, e il gruppo di cooperazione artistica Musicantiere ha dato vita all’evento “Solstizio d’estate in ricordo di Saverio Urciuoli. Musica tra terra e cielo sul sito archeologico dell’antica Norba”. Una manifestazione artistica e culturale dedicata alla memoria del Soprintendente dott. Saverio Urciuoli, recentemente scomparso, sostenitore e tutore particolarmente attento e partecipe della conoscenza e valorizzazione delle realtà artistiche e archeologiche del territorio e che proprio a Norma, tra le sue ultime apparizioni pubbliche, aveva partecipato alla presentazione delle Giornate FAI di primavera.

Il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate, Norba non sarà soltanto “La Pompei repubblicana del Lazio”, suggestivo parco archeologico in cui rivivere la storia di duemila anni fa, ma un vero e proprio teatro all’aperto, dove natura e paesaggio, storia e archeologia, musica e tradizione popolare saranno in scena per il pubblico, fusi in un unico straordinario spettacolo. Musicisti e attori di Musicantiere, formazione di musica e culture popolari, espressione musicale dell’associazione Domus mea, sotto la direzione della Prof.ssa Laura Perazzotti, metteranno in scena “La via dei Romei, liberamente tratta dall’opera di Ambrogio Sparagna, racconto musicato delle avventure di Crispino e Procopio vissute sulla via percorsa dai pellegrini nel medioevo per raggiungere Roma da ogni parte d’Europa. Un lavoro parte di un progetto culturale europeo che ha coinvolto anche la scuola.

L’evento avrà inizio con i saluti istituzionali e dalle ore 17,30 fino alle 18,30 proseguirà con le visite guidate per conoscere la storia e le storie di Norba emerse dai recenti scavi del parco archeologico, seguirà la messa in scena de “La via dei Romei”, proprio al centro dell’antica città che con le sue antiche strade, le sue domus e sullo sfondo il panorama dell’agro pontino, farà da quinta scenografica all’opera. Anche il cielo sarà parte integrante della scena, al termine, infatti, gli spettatori potranno assistere allo spettacolare tramonto norbano, quando la città sarà trafitta dall’ultimo raggio di sole che illuminerà l’antica strada principale che la attraversa.

Come ulteriore espressione della cultura e della tradizione di un territorio, anche l’enogastronomia farà la sua parte: al termine dell’evento, presso la welcome area, saranno allestiti stand per la degustazione di vini del territorio, oltre alla possibilità di cenare presso i locali del paese con i piatti tipici della tradizione culinaria normese.

Un evento da non perdere, connubio tra natura, storia e arti, in un luogo e in momento ricchi di suggestioni da vivere non solo da spettatori. Non resta dunque che aprire“le strade le porte a una storia da cantare piena di sogni e di magie”.

(Visited 10 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Beatrice Cappelletti
Beatrice Cappelletti