Gaetana De Longis

Come contattare l’artista: Gaetana De Longis – Piazza Buozzi, 1 04100 Latina Tel. 0773/474154 – 333 8746153
Contatto: delongis.gaetana@gmail.com

Biografia

Gaetana De Longis è nata a Maddaloni (Ce) vive ed opera a Latina nel suo studio di Piazza Buozzi, 1.
Figlia d’arte inizia a dipingere nel 1975 con un genere figurativo. Apprezzata da molti pittori viene invitata a varie manifestazioni artistiche nazionali, conseguendo brillanti risultati di critica. Ha esposto in numerose mostre collettive e personali tra cui: Sezze, Galleria di Piagge Marine; Latina, Galleria di Via Carturan; Sermoneta, Loggia dei Mercanti; Latina, Centro Morbella; Latina, Galleria Pennacchi; Fogliano (Lt), Parchi Letterari; Borgo Podgora (Lt), Istituto N. Prampolini; Fogliano (Lt), Parchi Letterari tema: Mater Matutae; Cori, Palazzetto Luciani; Latina, Palazzo “M”; Latina, Galleria Natalarte; Palestrina (Rm), Galleria Catarte; Priverno, Venerdì Culturali; Perugia, Chiostro Montone; Pontinia, Teatro Fellini; Latina, O.N.C.; Roma, Artisti in Galleria; Pomezia, Artisti in Galleria; San Felice Circeo, Sala Consiliare “Circeo a colori”; Latina, Mostra convegno Palazzo “M”; Sabaudia, XIII Rassegna d’Arte; Sabaudia, Museo di Sabaudia “Omaggio a Confucio”; Roma, Concoro “Madonna del Pozzo”; Accademia Internazionale “La Sponda” Premio Copertina; Città di Castello (Pg) Centro di Promozione Artistica e Culturale Alkaest; ha partecipato inoltre a diverse estemporanee e ai vari concorsi: Primo Premio al “Sermonet@rt 2005”; Latina, Chiostri in mostra Stòa; Maenza, Palazzo Baronale “Donna in arte” 2012; Latina, Biennale di Arte Contemporanea 2012.

Opere

“Cena in Emmaus”

“Gabbiani”

“Papa Giovanni Paolo II”

“Giovane fruttivendola – Omaggio a Murillo”

Critica di Fabrizio Agostini

Gaetana De Longis imprime alle sue opere uno speciale sentimento intimo. Già ad un primo sguardo è evidente un transfer continuo di contenuti dalla mente all’opera. Ne è prova concreta il lavoro svolto sulla vividezza dei tratti, in particolare sui figurativi sacri come “Cena in Emmaus”. Gaetana sa cogliere sfumature e momenti intensi ma sempre con specifiche caratterizzazioni personali come la preghiera di “Papa Giovanni Paolo II” oppure quelli relativi alla “Giovane Fruttivendola – Omaggio a Murillo”, capace, nella fattispecie, di impressionare per la composizione cromatica nel suo insieme nonché la potenza del contrasto. Semplici ma significativi dettagli sono anche nell’opera “Gabbiani” in grado di delineare una dimensione spaziale infinita popolata dagli stessi gabbiani in movimento che catturano le emozioni. A stupire è la profondità e la sfumatura nel tratto capace di trascendere in un viaggio tra sogno e realtà.

(Visited 310 times, 1 visits today)