Gino Di Prospero

Biografia

“Gino Di Prospero è nato a S. Felice Circeo ed è un autodidatta. Il suo percorso artistico è ben scandito dai successi delle sue mostre sia in Italia che all’estero dove compaiono frequentemente le sue opere. La tecnica personale è basata sull’acrilico e sull’olio e l’espressione preferita resta il figurativo astratto. Tra i suoi più importanti successi possiamo annoverare: Riccione “Premio Boemia”, Venezia “Premio Biennale Gondola D’Oro”, Roma Sale del Bramante, Piazza del Popolo “Premio Open Art 2011”, Brindisi “Premio L’Ercole di Brindisi 2010”, Firenze Accademia “Il Marzocco” “Premio Grand Prix Internazionale Giorgione”, mentre all’estero ha raccolto con soddisfazione a Montecarlo il “Premio Biennale Nobel dell’Arte”. Richiesto ed acclamato in tutta Italia ha esposto più volte alla Fiera di Forlì, Fiera di Padova, Fiera di Genova; ed è spesso ospite a Roma e a Firenze a cui vanno aggiunte le numerose mostre collettive e personali, in particolare nella sua amata San Felice Circeo.

Opere

“L’incontro di Teano e l’Unità d’Italia” – Acrilico su tela 70×100 cm

“La Giostra del Paese” – Acrilico su tela 60×80 cm

“Sermoneta, la citta’ medievale” – Acrilico su tela 60×80 cm

“La Regata” – Acrilico su tela 60×80 cm

Critica di G. Dé Focatììs 

“Di Prospero con i suoi dipinti inizialmente mostrava una carica molto forte ed associata ad una costante ricerca sperimentale. Oggi questo artista si rivela al pubblico ed alla critica con una produzione che ha superato la fase di ricerca ed è approdato, già da tempo, ad un transfert di grande levatura artistica dimostrando un perfezionamento tecnico-cromatico, nonché un verbalismo figurativo ed astratto nel contempo stesso. E’ ovvio che il Nostro si è avvalso anche dello studio e della osservazione dei grandi del passato, captando valori formali e motivi di astrazione.”

Critica di Sabina Fattibene 

“Gino Di Prospero può essere definito l’artista dell’energia cromatica in divenire. Nei suoi quadri ci trasmette un mondo di immagini in continua evoluzione,un correre e rincorrere di segni e colori vibranti ed emozionali,grazie alle sue pennellate rapide e decise.”

Critica di Francesco Chetta

“Gino Di Prospero artista definito dalla critica il nuovo futurista cromatico ci offre la visione di elaborate e poetiche paesaggistiche filtrate dal suo estro creativo. Un artista a tutto tondo che con la personale mescola della sua ritmica tavolozza, fà si che le rapide ma concise pennellate vibrino sulle tele, come il vento sferza impetuoso cio che incontra nel suo cammino.”

Critica di Mariarosaria Belgiovine 

“La gestualità cromatica energicamente decisa,trasforma il paesaggio in emozionanti vedute, ritmate dalle sue tonalità. Visioni ricche di movimento, tradotte dalla fusione di un impressionismo fatto di trame e contenuti espressivi.”

(Visited 341 times, 1 visits today)