Luciano Tomasi

Biografia

Nato a Pontinia (LT), dopo gli studi tecnici, aveva sviluppato questa sua naturale tendenza diplomandosi al Liceo Artistico di Latina, sotto la scuola di Amerigo Ciccarelli, che era stato a sua volta allievo di Emilio Greco. Di qui la sua abilità nel disegno e specialmente nel tratteggio. Aveva esordito ufficialmente nel 1975 con una personale a San Felice Circeo, raccogliendo sin da allora consensi di pubblico e di critica.

Critica di Costanzo Costantini

Luciano Tomasi è un valente disegnatore. Egli possiede una mano leggera, un segno rapido, preciso e conciso. I suoi disegni, a matita o a china, hanno una levità, un nitore, una purezza più che notevoli. Poche linee, pochi tratti, qualche tratteggio a mò di chiaroscuro, come nelle Nature Morte con bottiglie, vasi, bicchieri e libri. Piccoli esempi mirabili di sapienza tecnica, che evocano il magistero di Morandi e di Greco.

I suoi acquerelli e i suoi olii rivelano una fantasia compositiva e una gamma cromatica più varie e più ricche, ma sono anch’essi ispirati, in prevalenza, allo stesso rigore. Gli acquerelli, in particolare, ci pongono sotto gli occhi paesaggi incantati, dalle atmosfere sospese, dalle cromie soffuse, come nella pittura primitiva italiana. Radure multicolori, dalle variazioni e gradazioni appena percettibili, campiture dalle quali spuntano cespugli, macchie, alberelli, casupole, o alberi alti e sottili dal fogliame trinato di contro a cieli evanescenti, entro grandi spazi monocromi, gialli, cinerini, azzurrognoli, rosati.

Opera

Dopo una giornata al mare  olio su tela 30x40 cm.

Dopo una giornata al mare  olio su tela 30×40 cm.

(Visited 53 times, 1 visits today)