Nasca Cruciano

Biografia

Cruciano Nasca, detto Nuccio, in arte NuN, nasce il 23 maggio 1954 in Sicilia, ad Agrigento.

Fin dalla più tenera età mostra interesse e passione per l’arte. Respirando l’aria della bellissima “Valle dei Templi” e con l’esempio del suo insegnante l’artista Egidio Cotroneo, predilige negli anni giovanili, una pittura paesaggistica en plein air, in cui esprime l’amore per la terra che lo ha visto nascere.

Nel 1973/4 breve esperienza universitaria a Palermo.

Nel 1976 si trasferisce a Firenze lavorando nell’ambito dell’arredamento.

Nel 1978 va a vivere a Roma in pieno clima di contestazione e anni di piombo.

Le tele ad olio di quel periodo, alternando la spatola al pennello e mischiando i colori sulla tela, evidenziano la sua predilezione per l’effetto cromatico, la luce, il dinamismo.

Nel 1990, Il poeta Fernando Liberati, nel libro “LA TERRA DEI PADRI”pubblicato da Lo Faro Editore , dedica una poesia all’amico Nuccio, definendolo “poeta dei colori […] di case rosate e tetti lilla che salgono soavemente l’erta lieve nell’abbraccio sinuoso d’una dolcissima struggente melodia blù.”

Nel 1992 con la famiglia si trasferisce a Latina.

Dal 2008, nonostante i molteplici impegni di lavoro, dedica piu’ tempo alla pittura e seguendo una propria intuizione, inizia a dipingere ampie zone ben definite con cromie squillanti.

Nel marzo del 2011, in occasione del cinquantenario del volo orbitale di Gagarin, presenta la sua prima personale “Sinfonia di colori” presso il Liceo Scientifico G.B. Grassi di Latina.

-2012 all’apertura della stagione teatrale espone presso il Teatro Moderno di Latina.

– 2013 personale presso lo Spazio Comel arte contemporanea di Latina.

– 2013 con alcune opere è presente a Palazzo M nell’ambito della manifestazione culturale “Lievito”.

-2013 altre tele presso il Teatro Moderno di Latina.

-2014 personale presso “Sfizi d’arte” di Latina

-2014 di Luce” presso la Pro-Loco di Cori (LT), insieme con Alberto Manzetti (pittura) e Giorgio Pistillpersonale presso “Hotel Miramare” sul lungomare di Latina

-2014 “Frammentii (scultura)

Opere

cruciano-IL SALVATORE  68,5X68,5_IL SALVATORE  68,5X68,5

cruciano-INERZIA_Inerzia

cruciano-RAGAZZA IN ATTESA ALLA FINESTRA _RAGAZZA IN ATTESA ALLA FINESTRA

Critiche 

Sempre alla costante ricerca di una sua personale evoluzione artistica, nell’ultimo decennio esprime il suo ricco mondo interiore affidandosi ad un gioco di luci e colori, con una pittura informale in cui la realtà appare con “ […] punti di vista insoliti e ribaltati. […] E’ davvero interessante come riesca ad unire ogni singola realtà, camuffata da astrazione, con le altre. La sua è un’affermazione di connessioni tangibili e geometriche. Dietro c’è uno spirito che trasuda luce.” (cit. Rosa Manauzzi).

“Astrazione come linguaggio espressivo, a cui attinge e anela al tempo stesso NuN […] L’alternanza di linee, punti e forme in contesti cromatici di netta separazione risultano qui disarmanti per la loro semplicità.” (cit. Giunas ).

“Il colore è protagonista assoluto di ogni tela, alle volte sparso in forme astratte che suggeriscono appena un paesaggio, altre disteso in figure ben definite…Un’alternanza dunque di figurativo ed astratto plasma l’attività di NuN, che però resta sempre pittorica e sempre legata ad un senso di luce e vivacità, un sentimento che si percepisce sia nelle opere di grande formato, in cui il pennello scorre fluido in movimenti soffici ed ampi, sia in quadri di formato minore, solari ed eleganti…Il risultato è un effetto di grande musicalità che evidenzia l’andamento sinuoso di linee e forme…” (cit.Lea Ficca).

(Visited 167 times, 1 visits today)