Attualità Priverno — 27 novembre 2013
Priverno entra in Europa con il Progetto Comenius

L’istituto San Tommaso d’Aquino ancora una volta in prima linea con la promozione dell’interscambio culturale comunitario

L’Istituto ha promosso percorso di apprendimento sui temi dell’ambiente con istituti stranieri

fanelli

Conclusa la terza tappa del Progetto Europeo Comenius che ha visto L’istituto Comprensivo San Tommaso d’Aquino di Priverno aprire le porte e non in senso metaforico alla realtà europea. L’istituto, diretto dalla dottoressa Fanelli, si è reso protagonista, infatti, in questi giorni di una programmazione il cui obiettivo principale è quello di migliorare la qualità dell’istruzione a tutti i livelli promuovendo l’apprendimento delle lingue straniere e la mobilità. L’Istituto ha promosso un concreto percorso di apprendimento sui temi dell’ambiente in partenariato con altri istituti scolastici di Lituania, Spagna, Turchia, Lettonia e Polonia. Scopo primario di questa attività è stato quello di conoscere sistemi culturali e realtà differenti e rafforzare la dimensione europea dell’ istruzione scolastica. In particolare questo progetto ha dato agli alunni l’opportunità di scoprire le tradizioni, gli usi e costumi tipici dei diversi paesi partecipanti e sarà foriero di altri incontri che apriranno ancora di più la dimensione europea della realtà scolastica. «Il meeting italiano appena concluso ha permesso agli studenti e ai docenti di incontrarsi, programmare l’intera organizzazione, affrontare le tematiche del progetto, confrontare i diversi sistemi scolastici, ed in particolare scoprire e provare tutti insieme a condividere dei percorsi formativi di ampio respiro spiega la dirigente Fanelli questa programmazione di così ampio respiro ha suscitato l’ entusiasmo di tutti nel sentirsi cittadini del mondo. Per gli alunni è stata un’esperienza sicuramente fantastica sia per la bella festa di accoglienza che hanno riservato ai ragazzi in delegazione con i loro insegnanti, sia per le attività svolte insieme che per le opportunità di conoscenza di una diversa cultura. Ci sono stati momenti di forte emozione come quello che ha visto i nostri ragazzi e i ragazzi stranieri essere ricevuti in delegazione dal sindaco per poi partecipare in assise congiunta al Consiglio Comunale dei Ragazzi. Si è trattato di un momento altamente formativo in cui la democrazia dei diversi paesi è stata sperimentata e non raccontata. Il Progetto prevede, inoltre, la strutturazione di un sito web e di un blog, di un giornalino scolastico e l’uso della posta elettronica per lo scambio e la condivisione di materiale per la realizzazione di attività comuni. In occasione delle festività natalizie, infatti, gli alunni dell’istituto stanno realizzando cartoline di auguri in lingua inglese che invieranno ai loro coetanei delle scuole partecipanti». Il prossimo appuntamento fissato a maggio 2014 quando è previsto in 4° Meeting in Turchia

(Visited 49 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Melina Santelia