Attualità Bassiano — 31 Gennaio 2019
Pugno di ferro di Guidi: abbattete i bovini vaganti

“Le Forze dell’ordine e i loro eventuali ausiliari sono autorizzati all’abbattimento dei bovini vaganti nei casi di pericolo per l’incolumità della popolazione, per la sicurezza della circolazione stradale e per la sicurezza in materia sanitaria e veterinaria, mentre l’amministrazione comunale sopporterà i costi necessari allo smaltimento delle carcasse”. Decide di utilizzare il bastone l’amministrazione di Bassiano, che nei giorni scorsi ha emesso una ordinanza firmata dal primo cittadino Domenico Guidi per porre fine ad un fenomeno che si verifica da anni, quello relativo ai bovini vaganti sprovvisti di marchi auricolari che costituiscono pericolo sia per la circolazione veicolare che pedonale, sia per la salute pubblica, potendo costituire veicolo di malattia trasmissibili agli altri animali ed agli uomini. Il riferimento contenuto nell’ordinanza firmata dal sindaco è su quanto accade quotidianamente sulla strada provinciale Ninfina, il “Vallone” di Bassiano, teatro di una serie di incidenti provocati dalla presenza di animali, soprattutto nelle ore notturne, oltre a diverse proprietà e colture pubbliche e private danneggiate dagli stessi animali che, secondo il primo cittadino, dopo le opportune verifiche del caso, non risultano essere di proprietà di alcuno. Il sindaco, dopo aver firmato un’ordinanza che prevedeva una sanzione di 1000 euro per i proprietari degli animali e la semplice rimozione degli stessi, con il trasferimento in luoghi idonei, ha deciso di utilizzare il pugno di ferro, ordinando che vengano abbattuti da personale qualificato, anche in considerazione della stessa difficoltà di catturarli: “Si tratta di bovini vaganti inselvatichiti, non avvicinabili, pericolosi tanto che la cattura risulta quasi impossibile – si legge nell’ordinanza firmata da Domenico Guidi e che segue diverse segnalazioni dei cittadini di Bassiano e non solo – e considerato che, nonostante qualche cattura effettuata, il numero dei capi è aumentato a dismisura, non essendo possibile la cattura occorre procedere all’abbattimento dei bovini inselvatichiti”. Spaccata l’opinione pubblica sul tema. C’è infatti chi ritiene che l’eventualità dell’abbattimento sia un’esagerazione, ma c’è anche chi, magari proprio coinvolto in incidenti causati dagli animali vaganti per la strada, crede che questa sia la soluzione migliore per l’incolumità di tutti.

(Visited 12 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Avatar
Simone Di Giulio