Attualità Sezze slider — 14 Gennaio 2021
Rizzo entra in consiglio ma l’esecutivo traballa

Sono sempre più risicati i numeri che garantiscono governabilità alla maggioranza guidata dal sindaco Sergio Di Raimo. L’ennesima dimostrazione, qualora ce ne fosse il bisogno, è arrivata nel corso del consiglio comunale che si è il 28 dicembre in videoconferenza. La prima evidente prova che i numeri non sorridono più alla maggioranza che nel 2017 vantava un incoraggiante 12 a 5 è arrivata al momento della votazione di un atto tutto sommato di natura solo formale, quello della surroga di Armando Uscimenti, esponente in consiglio del Pd diventato assessore la scorsa settimana, con l’ingresso in consiglio di Paolo Rizzo, primo dei non eletti nella stessa lista alle elezioni del 2017. Il voto della massima assise cittadina ha mostrato tutte le spaccature in seno alla maggioranza. Di Pastina ha deciso di non votare, così come hanno scelto di fare Martella, Di Palma, Palombi, Contento, Bernasconi e Calvano. Differente, invece, è stata la scelta di Giovanni Moraldo, che è rimasto al suo posto ed ha votato favorevolmente la surroga. Una scelta che lo stesso Moraldo, in seguito, ha tenuto a spiegare, sostenendo che ha considerato opportuno comportarsi in questo modo, ferma restando la sua intenzione di restare in minoranza nel rispetto dei cittadini e del mandato elettorale. La questione, però, ha infuocato gli animi, perché senza il voto di Moraldo la questione sarebbe rimasta insoluta, con un 8 a 8 che avrebbe congelato l’ingresso di Rizzo in consiglio e sarebbe stata necessaria la seconda convocazione. Lo stesso Rizzo, una volta entrato a tutti gli effetti in consiglio comunale, ha ringraziato il sindaco che ha nominato Uscimenti permettendo il suo ingresso in consiglio, il collega Senibaldo Roscioli per le belle parole spese nei suoi confronti e Giovanni Moraldo, grazie al voto del quale la surroga si è potuta effettuare in prima convocazione. Rizzo ha comunque poi sottolineato come qualche consigliere si sia volutamente assentato durante le operazioni di voto, non riuscendone a spiegare i motivi. Con la maggioranza rinsaldata dall’ingresso del nuovo componente, si è poi passati alla ratifica di una variazione di Bilancio già approvata dalla giunta. In questo caso, proprio grazie alla presenza del nuovo consigliere in forza alla maggioranza, l’atto è passato, ma anche questa volta di misura, con Moraldo che in questo caso si è assentato come il resto delle opposizioni, ma con Ernesto Di Pastina che non ha votato.

(Visited 1 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Avatar
Simone Di Giulio