Attualità Lepini — 09 Luglio 2019
Territorio, promozione a tutto campo

Il 17, 18 e 19 maggio dodici tra i maggiori blogger, giornalisti e influencer del settore enogastronomico e viaggi si sono recati nella provincia di Latina invitati da Strada del Vino di Latina e Slow Food – condotta di Latina, con la preziosa collaborazione di Camera di Commercio di Latina e Fondazione R.Caetani. Un viaggio di tre giorni all’insegna della scoperta delle cantine, dei prodotti locali, delle bellezze culturali e paesaggistiche, dal Circeo a Cori. Fondamentale passaggio dei tre giorni è stata la conferenza con la firma del protocollo “Verso il Distretto del Cibo” del 18 maggio alle ore 10.30 presso la sala del Cardinale nel Castello di Sermoneta, frutto di un lungo lavoro di coordinamento tra diversi attori del territorio. Moderatore dell’evento Rocco Tolfa, celebre presentatore e autore del programma Signori del Vino su Rai2.L’evento ha messo insieme moltissimi attori del territorio, oltre a quelli già citati, proprio perché l’unica via possibile è quella della sostenibilità e di un respiro sempre più ampio, sempre nel rispetto della tradizione. Dichiara il presidente della Strada del Vino M Carpineti: “L’idea dietro l’evento è stata quella di promuovere non solo la qualità di quello che facciamo, ma quella di far capire che i nostri prodotti sono splendidi perché vino, olio e prodotti sono il frutto di territori e tradizioni millenarie, qui, della nostra provincia”.

Altro evento che ha visto protagonista il territorio nelle persone che lo vivono è stata la passeggiata dal lago di Giulianello a Torrecchia, alla riscoperta della via Francigena e della Doganale, percorsi che hanno sempre più risvolto nel comprendere il profondo legame tra cittadini e bene comune. Un manipolo di 50 persone hanno condiviso il percorso, riscoprendo gli alberi e la flora, nonché raccontando le proprie storie, sperimentando anche strumenti digitali di mappatura del territorio utilizzando solo il proprio cellulare. Il processo, spinto da Comitato Civico di Cori e APS Polygonal, è l’inizio di un risveglio democratico che non si nutre di processi formali, ma dalla cura delle piccole cose. Si pone sull’onda lunga del progetto “OpenCori”, progetto supportato nella linea di lavoro “Comunità Solidali” della Regione Lazio e del Ministero del Lavoro.

L’evento è poi stato inserito nella settimana mondiale dello Sviluppo Sostenibile. Come dicono gli organizzatori: “E’ stato ri-tracciato il solco della cittadinanza attiva, di chi riafferma che il passaggio delle greggi era dignità e fatica di lavoro che nessuna storia, nessuna proprietà può cancellare: camminate contro l’oblio!”.

Il 2019 si sta annunciando un anno di “crisi”, se lo interpretiamo secondo l’accezione del cinese: crisi intesa come cesura, crisi intesa come opportunità. Il processo di apertura, di attivismo, di cura del territorio è solo agli inizi.

 

(Visited 2 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Avatar
Marco De Cave