Politica Rocca Massima — 21 luglio 2014
Tomei III presenta la squadra di governo

Il sindaco uscente rieletto per il terzo mandato fissa i punti del programma e nomina i suoi assessori 

L’introduzione a queste cariche è stata piuttosto chiara. Squadra che vince non si cambia

Rocca Massima

Il successo elettorale di Angelo Tomei risuona ancora. Il sindaco uscente è stato rieletto per il suo terzo mandato ed ha presentato la giunta che lo accompagnerà in quello che pare essere il programma della continuità rispetto alle scelte del passato. Lo ha fatto durante il primo consiglio comunale del Tomei III. Il primo cittadino ha mantenuto per sè le deleghe della gestione della Protezione Civile, dell’Ambiente, dei Servizi Sociali, della Sicurezza e del Personale. La carica di vice sindaco va a Mario Lucarelli a cui viene affidata anche la delega per i Lavori Pubblici, la Viabilita’ e l’Arredo Urbano mentre ad Angelo Coriddi è stato assegnato il comparto dell’ Urbanistica e del Bilancio. Sono state assegnate deleghe anche ai consiglieri comunali: ad esempio il consigliere Tommaso Del Ferraro, oltre a detenere la delega di capogruppo, ha ricevuto la delega alla Scuola e alla Pubblica Istruzione. Al giovane consigliere Daniele Del Ferraro sono state, invece, assegnate le Politiche Giovanili e la Promozione del Territorio. Al consigliere Umberto Tomei vanno Sport, Cultura e Turismo mentre il consigliere Gino Battisti si occuperà di Attività Produttive ed Agricoltura. Infine il consigliere Franco Cianfoni, di concerto con il sindaco, saranno delegati alla Comunità Montana Monti Lepini. L’introduzione a queste cariche è stata piuttosto chiara. Squadra che vince non si cambia e infatti molti assessori hanno già esperienza nella compagine di governo cittadino ma qualche novità, soprattutto tra i più giovani c’è. Un graduale inserimento nelle responsabilità e nei compiti amministrativi. Dopo aver pubblicamente assegnato le deleghe Tomei ha fissato le linee guida del suo terso mandato. «L’intento di questa giunta – ha spiegato Angelo Tomei – è quello di sfruttare al massimo progettualità e bandi pubblici per poter raccogliere i frutti in tempi medio lunghi». In particolare il sindaco si è soffermato su un comparto a lui molto caro. «Sul settore dello sviluppo del territorio – ha continuato Tomei – il nostro impegno sarà quello di favorire e rendere più snella l’attività delle aziende locali e di tutti quelli che vorranno investire sul territorio con lo scopo di rafforzare l’economia e arginare il fenomeno della disoccupazione». Uno sguardo viene rivolto anche alle necessarie alleanze e sinergie. «Sul turismo e sulle attività ricreative – ha esposto il primo cittadino – l’amministrazione conta molto sulla collaborazione delle associazioni presenti sul territorio, che dovranno anche loro, come i Comuni, centrare vari obiettivi in sinergia con le altre associazioni e organizzazioni turistiche dei paesi limitrofi». Cavalli di battaglia a cui un piccolo comune come Rocca Massima non può proprio rinunciare. Il filo conduttore è l’ospitalità, la garanzia dei servizi e il decoro del paese che costituiscono un biglietto da visita importante.

(Visited 109 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

redazione