Attualità Latina — 24 ottobre 2016
Torna la fiducia nel mattone, cresce la richiesta dei mutui

confronto-mutui-2010-classifica-miglior-mutuo-10

La crisi c’è ma non si vede. Sorprendenti i dati della CRIF, società di informazioni creditizie, che disegnano un quadro per lo scorso mese di agosto alquanto positivo, per certi versi. Sì perché a quanto pare il numero delle domande di  nuovi mutui ipotecari e surroghi da parte delle famiglie pontine ha registrato un incremento dell’11,5% rispetto allo stesso mese del 2015. Ancor più significativo il dato se si considerano i segni negativi dei mesi di luglio e giugno 2016. Il presidente provinciale Fiaip, Santino Nardi, riconosce in questo trend positivo -che comunque nella media dei primi otto mesi dell’anno rileva un incremento del 12,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno- una rinnovata fiducia di chi investe nel mattone e nei confronti degli istituti di credito. L’importo medio erogato, invece, pare diminuito, mediamente; questo dato potrebbe rivelare una netta diminuzione del prezzo degli immobili -che dal 2007 ad oggi non pare intenzionato a risollevarsi e si attesta intorno ai 1.600 euro al metro quadro- oppure una maggiore propensione del consumatore al risparmio, dunque si necessita di una minore ipoteca. A Latina, in media, si richiedono mutui per un importo che non supera i 150mila euro e di una durata temporale che si aggira tra i 16 e i 20 anni cosi da ridurre il peso della rata mensile sul reddito a disposizione nonché sui risparmi cosi da garantirsi una relativa tranquillità familiare. A chiedere il mutuo all’istituto di credito, a Latina e provincia, è prevalentemente la fascia d’età tra i 35 e i 44 anni che, nonostante la crisi generale del sistema economico si convince a investire nel mattone confidando nella buona riuscita di un prestito che li (ci) accompagnerà per buona parte della vita. Non resta che dire “buona casa” a tutti!

(Visited 28 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Memi Marzano