Attualità Cori — 26 Dicembre 2019
Un rinascimento… agricolo

Un grande ritorno dei giovani verso la terra: a guardare ai dati nazionali del Bel Paese, questi ci raccontano di un’Italia nuova, viva, scientifica, che vede nell’agricoltura una grande risposta alla crisi occupazionale e di idee dell’ultimo decennio. Ma non è un generico ritorno romantico, quanto piuttosto un’analisi delle opportunità e della grande ricchezza del patrimonio italiano in termini di paesaggio, tradizioni della terra e capacità di creare prodotti straordinari alla base della cucina e dell’export italiani.

L’Italia figura infatti come primo paese europeo per occupazione di giovani con meno di 35 anni che fanno del marketing e della rete gli elementi essenziali, come anche innovazione in termini di coltura e di sostenibilità.

In questa scia si ascrive il lavoro del progetto europeo “Cult-Rural plus”, partenariato europeo capofilato dall’Università di Extremadura (UNEX), regione interiore della Spagna confinante con il Portogallo, il cui ateneo principale è a Caceres, città spagnola fondata duemila anni fa dai discendenti dell’antica Norba, oggi Norma, gemellata con la stessa. Il progetto si occupa della lotta all’abbandono delle aree rurali mediante un approccio che combina agricoltura e sviluppo di progetti culturali focalizzandosi sulla formazione d’impresa e internazionalizzazione.

Parte del progetto internazionale è la cooperativa Taste Roots, costituita al 100% da giovani under 35 coresi, che fa del supporto digitale all’impresa agricola il proprio lavoro. La cooperativa coordina la Strada del Vino di Latina, costituita da Comuni, Camera di Commercio e le otto più importanti aziende vitivinicole del territorio pontino.

Per due anni, Taste Roots offrirà, per mezzo del progetto, un servizio di tutoraggio gratuito alle imprese pontine sia in termini di marketing, business plan, e molto altro, a seconda delle esigenze e delle necessità, nonché l’opportunità unica di poter usufruire di formazioni gratuite in giro per l’Europa.

Infatti, altri partner del progetto sono l’Università UTAD di Vila Real e l’ass.ne Ruralidade Verde (Nord Portogallo), la Municipalità di Farkadona (Grecia – Salonicco), l’azienda culturale Time Heritage di Atene, la municipalità di Torre Orgaz, un piccolo paese interiore simbolo della lotta allo spopolamento in Spagna, e l’Istituto di Sviluppo Territoriale di Clermont Ferrand (nei pressi di Vichy).

A breve saranno disponibili le convocatorie per partecipare alle selezioni e poter usufruire dell’occasione unica di avere una formazione di carattere internazionale, nonché di networking per stabilire relazioni di business così preziose per il nostro territorio.  Per poter entrare in contatto: info@tasteroots.it

(Visited 17 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Avatar
Marco De Cave