Politica Sonnino — 04 ottobre 2013
Una Giovane Sonnino partita col piede giusto

L’amministrazione De Angelis, nonostante le difficoltà, si mostra intraprendente mettendosi subito al lavoro

Il Sindaco gira il territorio come una trottola insieme a Caroccia che molto spesso si sostituisce agli stessi operai comunali nelle manutenzioni

De Angelis Lucian - Copia

Poche parole per definire la nuova amministrazione di Sonnino, uscita dalle urne il 26 e 27 maggio scorso “Giovane Sonnino“. La parodia della Giovane Italia mazziniana è la migliore definizione possibile dell’entusiasmo che si coglie nello sguardo del sindaco, Luciano De Angelis e dei suoi consiglieri di maggioranza. Il percorso che i “giovani“ dovranno affrontare nei prossimi 5 anni è irto di ostacoli. Ostacoli che sembrano insormontabili. Ostacoli che partono proprio da quello che si è detto in una campagna elettorale infuocata e che qualcuno a definito “al veleno”. Le critiche sono state aspre e dure nei confronti della compagine di De Angelis. Dal non avere spessore nè culturale nè amministrativo, all’essere un replicante di Migliori e Gasbarrone. Dall’essere, in modo sfacciato la “continuità amministrativa “ di chi lo aveva preceduto, al non esserlo affatto per la eterogeneità della sua squadra: un pò di destra, un pò di centro ed un pò di sinistra. Questi ultimi denigratori, ancora oggi, scommettono sul fatto che De Angelis “non mangerà il panettone“, intendendo che la sua amministrazione avrà vita corta. Fino a Natale o poco più. L’impressione è che, però, De Angelis sarà in grado di smentire “tanto i denigratori quanto le Cassandre”. La “Giovane Sonnino “ sembra partita con il piede giusto. Avanti per la propria strada senza “distrazioni “. Certo il momento non è dei più felici . La crisi economica che ormai è Mondiale oltre che sulle famiglie si fa sentire anche sui bilanci dei comuni. Le “risorse economiche“ sono sempre più scarse se non addirittura azzerate. Cosa fare con il poco che si ha a disposizione ? Rimboccarsi le maniche è stata la soluzione di De Angelis. Ha sguinzagliato gli assessori ed i consiglieri di maggioranza sul territorio comunale. I tecnici della sua squadra, Natalini e Celani, fanno sopralluoghi per le strade, le scuole. Li troviamo una volta al Catauso a verificare i problemi idrogeologici, un’altra al cimitero per trovare la soluzione alla carenza di loculi e poi ancora nel Centro Storico lungo i vicoli. Prendono il caffè una volta alla Sassa, un’altra a Sonnino Scalo e poi a Capocroce e Frasso. Il Sindaco gira il territorio come una trottola insieme a Caroccia che molto spesso si sostituisce agli stessi operai comunali nelle manutenzioni come nella raccolta dei rifiuti. Un bello afflato hanno questi giovani. Un buon viatico questo per giurare che di panettoni questa squadra ne mangerà almeno 5, tanti sono i Natali nella consiliatura. Il primo banco di prova l’approvazione del “Conto Consuntivo 2012“ è ormai alle spalle. Approvate per puro tecnicismo le risultanze di quello che è stato definito l’anno horribilis. Tre Sindaci, se si comprende il Commissario Straordinario, e tante cose, non proprio edificanti per Sonnino, alle spalle. Il 2012 è archiviato. Purtroppo non sono archiviati gli sconquassi che esso ha prodotto. Prima fra tutte una pressione tributaria aumentata di quasi il 50%. Sarà il bilancio di previsione del 2013 che ci dirà dove vuole andare De Angelis. Manterrà fede agli impegni di avere attenzione allo stato di disagio dei cittadini? Se si, come ci riuscirà con le ristrettezze economiche che anche il Comune di Sonnino attraversa? A sentire la relazione al Conto Consuntivo 2012 di Celani c’è da pensare che le soluzioni ad una coperta troppo corta che copre da una parte e scopre dall’altra De Angelis la troverà. Un miracolo? Forse quello della moltiplicazione dei pani e dei pesci? Forse no. L’atteggiamento sobrio assunto dalla Giovane Sonnino fa pensare piuttosto ad una razionalizzazione delle spese a 360°. Sale l’attesa per conoscere il progetto di De Angelis ed i suoi che, mentre la canicola estiva costringe tutti nelle case, lavorano alacremente.

(Visited 513 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Melina Santelia