Attualità Latina slider — 06 settembre 2017
Valerio il nostro eroe

Non riusciamo a non raccontare questa meravigliosa storia. Sulla stampa locale e nazionale se n’è trattato abbondantemente e anche a noi piace l’idea di raccontare, celebrando in tal modo un giovane coraggioso, la storia di Valerio Catoia, un ragazzo affetto dalla Sindrome di Down che ha salvato una bimba di 10 anni dall’annegamento. Era in spiaggia a Sabaudia con la sua famiglia quando si è accorto che due bambine si erano allontanate troppo dalla riva ed erano in difficoltà, il tempo di fare un cenno al padre ed entrambi sono partiti di corsa per portare in salvo le piccole, una per uno. Valerio, addestrato al salvataggio, nuota dall’età di tre anni e ora ne ha 17. «Valerio -ne parla il suo allenatore, Roberto Cavana- a 11 anni ha iniziato a gareggiare con la polisportiva Hyperion e con la FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale) e si è sempre classificato in ottime posizione a livello regionale e nazionale. Noi a Latina abbiamo sperimentato a livello nazionale l’attività di salvamento e proprio un anno fa Valerio a Firenze ha partecipato alle olimpiadi mondiali con atleti affetti da Sindrome di Down con una dimostrazione di salvamento con un manichino, il tutto davanti a organi internazionali. A quanto mi ha raccontato il papà di Valerio ha mantenuto la calma e trattato la bimba proprio come un manichino, senza perdere la calma o dimenticare le regole imparate a lezione».

Il gesto coraggioso del giovane non è passato inosservato e il Ministro per lo Sport, Luca Lotti, ha consegnato una medaglia all’atleta di Latina per l’altruismo dimostrato a Sabaudia lo scorso 13 luglio. Oltre al riconoscimento del Governo Valerio ha ricevuto un altro regalo che non dimenticherà mai, un videomessaggio degli atleti azzurri in gara ai Mondiali di Budapest.

(Visited 19 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Memi Marzano