Lepini slider Speciali — 04 marzo 2013
Via Francigena come leva di sviluppo locale

Cori, Rocca Massima, Norma e Bassiano hanno stretto un accordo sulla valorizzazione del percorso medievale

Rendere fruibili pezzi della nostra storia porta con sè conseguenze positive da ogni punto di vista

L’intesa è stata trovata ed è un’ottima notizia per tutto il comprensorio lepino. Quattro comuni della nostra splendida fascia collinare hanno stretto una collaborazione sinergica riguardante la valorizzazione della Via Francigena sud. L’obiettivo dei comuni di Cori, Rocca Massima, Norma e Bassiano è quello di creare un fattore di sviluppo legato al territorio e fruibile non solo stagionalmente ma in tutti i periodi dell’anno. Il percorso della Via Francigena è da tempo sotto la lente delle amministrazioni locali in quanto si tratta di una leva potenzialmente decisiva per uno sviluppo turistico ed economico della zona. Le linee guida sono state tracciate ed ora manca solo l’attuazione completa, studiata nei dettagli. La sinergia è finalizzata alla costituzione di una vera e propria rete di tracciati tematici e localizzati, di itinerari turistico religiosi e didattici, fruibili come percorsi turistici strutturati, di più ampio respiro europeo. Un obiettivo ambizioso e un percorso ancor più complesso ma decisamente positivo per il territorio. Con le economie in continua evoluzione il dovere delle amministrazioni locali è quelllo di coinvolgere e stimolare la partecipazione attiva e diretta di cittadini, imprenditori ed operatori del territorio, con azioni comuni in stretta sinergia tra di loro con altri gli enti. Rendere fruibili pezzi della nostra storia porta con sè conseguenze positive da ogni punto di vista: si tratta di un piccolo investimento per arrivare al consolidamento dei flussi turistici locali e non, incoraggiando, magari, la permanenza in loco. Infine promuovendo un’attività culturale e storica come la valorizzazione della Via Francigena rappresenterebbe uno stimolo alla crescita del tessuto economico locale, creando anche opportunità di lavoro in un momento storico molto difficile. Insomma concretizzare un idea del genere farebbe bene a tutti: enti locali, cittadini, turisti e imprenditori. Dunque un plauso a questi quattro paesi lepini che prima di altri hanno compreso la strada per uscire dalle ristrettezze di bilancio rilanciando il proprio territorio.

(Visited 69 times, 1 visits today)

Articoli correlati

Condividi

Autore dell'articolo

Fabrizio Agostini
Fabrizio Agostini

Nella mia carriera giornalistica ho collaborato con diverse testate. Ho mosso i primi passi nel gruppo radiofonico Radio Immagine-Radio Latina e li sono rimasto a crescere per un lustro. A seguire ho iniziato collaborazioni con Anteprima Sport, con il Settimanale di Latina, Il Tempo, Mediasport, Il Territorio, SL 48 tv e Sportlatina.it.